Conosciuto per uno dei più famosi monumenti naturali del Lazio, il Parco dei Mostri, la popolazione di questo borgo della Tuscia si riunisce nelle grandi celebrazioni del Palio di Sant’Anselmo che hanno luogo ad aprile.

Organizzato in onore del patrono del paese Sant’Anselmo, festeggiato il 24 aprile, è un evento che attira curiosi e appassionati da tutta la provincia. Il palio ha tradizioni antichissime ed è uno tra i più famosi d’Italia, preceduto da una serie di riti a cui partecipa tutta la comunità. Uno dei tanti è la presentazione del “Palio in Chiesa”.

Il Palio è il drappo conteso dalle varie contrade, ed è realizzato ogni anno da un artista locale. Il Palio di Sant’Anselmo ha così tanto seguito che non è raro trovare ogni anno qualche cavaliere del Palio di Siena a gareggiare in una delle cinque contrade che partecipano alla corsa. A completare il bouquet di manifestazioni durante tutta la durata del Palio vengono organizzati cortei e rievocazioni storiche in costume medievale che ripercorrono la storia e le tradizioni del borgo.

Dal 1973 insieme al Palio di Sant’Anselmo, la Pro Loco di Bomarzo organizza la sagra del biscotto, una festa per celebrare uno dei prodotti tipici del borgo, che viene preparato solo in occasione del Palio. Il biscotto di Bomarzo assomiglia in forma e grandezza ad una ciambella, la sua ricetta è antichissima e viene tramandata da madre in figlia.

Categorie: