Non si sa con precisione la sua storia. Da una lapide sembra che l’edificio risalga al periodo di Costantino I, la metà del IV secolo, sui ruderi di una villa romana del I secolo A.C., per commemorare i lavori eseguiti sulla via Tiburtina.

È priva di fondamento l’ipotesi medievale che fosse un tempio dedicato alla personificazione della tosse, per tenere lontana la malattia della popolazione tiburtina.

L’edificio è diventato una chiesa dedicata alla Vergine Maria nel X secolo utilizzando materiale dal vicino santuario di Ercole. All’interno ha alcuni affreschi tardo medioevali.

E’ stato abbandonato tra il XVII e l’XVIII secolo ed è di proprietà privata.

Categorie: