Arce si trova ai piedi del monte Arcano lungo la Valle del Liri, e qui aveva una villa il fratello di Cicerone. Compare per la prima volta in un documento nella Cosmographia dell’Anonimo ravennate del VII secolo DC. Nel 702 venne sottomessa dal duca longobardo di Benevento. Nell’846 e nell’877 fu presa e saccheggiata dai Saraceni eppoi dagli Ungari.

Nel 991 passò sotto il dominio dell’Abbazia di Montecassino e dal 1266 sotto la dominazione angioina del Regno di Napoli.
Nel corso dei secoli è stata feudo della famiglia D’Avalos, Della Rovere e Boncompagni, che la tenne fino al 1796. Il confine con lo Stato Pontificio era delimitato da 14 Cippi Confinari.

Il nome di Arce deriverebbe da arx, ovvero fortezza, o da Arcanum, il monte su cui è adagiato il paese.

 

Categorie: