Bomarzo ricade all’interno della zona Etrusca e ospitava la grande necropoli di Pianmiano, scavata nell’800 ed oggi dimenticata: un’area scelta dagli etruschi per la sua conformazione geologica di tufo e travertino ottima per le tombe.

Bomarzo passa poi dai romani allo stato pontificio e nel medioevo diventa sede vescovile dando i natali al Pontefice Papa Sabiniano, dal 604 al 606.

Ma il momento di maggiore splendore di Bomarzo arriva quando, in pieno rinascimento, i principi Orsini decidono di edificare il loro magnifico Palazzo all’interno del centro medioevale e il Sacro Bosco. Questo, conosciuto con il nome di Parco dei Mostri di Bomarzo, è una tappa fondamentale per gli amanti dei giardini e delle architetture grottesche.

Fra il 24 e il 25 Aprile si svolge la rievocazione storica del “Palio” che si corre tra le cinque contrade in cui è diviso il paese.

 

Categorie: