Cerreto è un comune posto in una collina nella valle del Giovenziale e circondato da boschi. Il suo nome, infatti, vene da cerro, un albero simile alla quercia e il suo stemma riporta un cerro su tre monti.

Le sue origini sono antiche e questa era la terra abitata dalla popolazione degli Equi. Ne sono testimonianza i resti di mura poligonali, mentre la testimonianza del periodo romano è data da i resti di granai romani.

Con l’arrivo dei barbari la popolazione cerca rifugio su una altura e il borgo che si forma viene chiamato ‘Massa Giovenzana’ ed è sotto il controllo del Monastero di Santa Scolastica.

Il nome Cerreto viene fatto per la prima volta in un documento di papa Giovanni XVIII del 1005 e in uno di papa Benedetto VIII del 1015 in cui Cerreto viene posto sotto il controllo del Monastero di Santa Scolastica che doveva edificare un castello.

Il paese è stato sempre sotto il controllo della chiesa che però è intervenuta in diversi modi. Nel 1456 subentra l’abate comandatario, che spesso era un membro di nobili famiglie romane, e il primo comandatario è stato Rodrigo Borgia diventato poi papa con il nome di Alessandro VI.

Dal 1753 la Congregazione del Buon Governo, una organizzazione operativa dello Stato Pontificio.

La vera fortezza quadrangolare risale al XIV secolo, di cui oggi resta solo la torre, ed ha subito molti assalti come quello del 1592 ancora oggi festeggiato con la Festa della Gatta.

In quell’anno Napoli e Venezia erano in guerra fra loro e un gruppo di soldati fuoriuscì dall’esercito borbonico sotto il comando di Marco Sciarra. Questo gruppo prese a minacciare i vari castelli prendendo ostaggi e chiedendo riscatti. Ma la situazione cambiò a Cerreto e gli abitanti si rifugiarono nel castello. Per liberarsi della banda di Marco Sciarra presero una gatta, legarono alla sua coda degli stracci infiammati e la lanciarono sull’esercito dei malfattori. I giacigli presero fuoco e i Cerretani ebbero la meglio sulla banda. Era il 25 aprile e la manifestazione viene ancora ricordata ogni anno in un palio che si svolge fra le contrade del paese.

 

Categorie: