Frasso Sabino si trova su un’altura lungo la riva sinistra del fiume Farfa. Il suo nome deriva fore dall’abbondanza dei frassini che una volta circondavano il paese. Altre fonti vorrebbero il nome derivante dal latino “fraxum”, posto di guardia, oppure dal fragoroso rumore delle sorgenti del fiume Farfa, che scorrono “fra i sassi”.

Il paese risale al medioevo e originariamente apparteneva all’abbazia di Farfa fin dalla fine del X secolo. La prima menzione del borgo è del 955 sul “Regestum Farfense”.

Il castello passò poi nelle mani della famiglia Brancaleoni e, successivamente ai Cesarini. Nel XVII secolo divenne proprietà degli Sforza Cesarini.

Il castello passò poi alla Camera Apostolica e poi allo Stato Pontificio.

 

Categorie: