Monte Porzio Catone si trova su un poggio dei Colli Albani che guarda verso la piana di Roma e la Valle Latina. La sua vocazione è sempre stata residenziale e la sua vicinanza con Roma lo ha reso ideale per ville e palazzi sin dal periodo preromano e, probabilmente tutto il suo attuale centro storico nasce sopra una villa romana.

Il primo insediamento ha origini pre-romane, forse etrusche, e si trova sul monte Tuscolo. Con i romani la città di Tusculum assume una notevole importanza dimostrata dal teatro antico e dal vicino anfiteatro. Qui vi hanno soggiornato personaggi famosi come Cicerone e i patrizi romani avevano le loro ville.

Con la caduta dell’impero e l’arrivo dello stato pontificio, Monte Porzio assume un ruolo ancora più importante per l’ascesa della famiglia dei Conti di Tuscolo. I Conti controllavano tutta l’area dei Castelli Romani fino al mare e avevano una forte influenza sulla città di Roma in collegamento a Teofilatto.

È proprio un discendente di Teofilatto e dei Conti di Tuscolo che viene eletto papa con il nome di Giovanni XII e per la prima volta potere spirituale e materiale si riunirono con il cosiddetto ‘papato di famiglia’. I Conti di Tuscolo sono stati una delle famiglie più potenti del medioevo ma hanno poi pagato un caro prezzo il loro schieramento con l’imperatore Federico Barbarossa. Nel 1191 la città di Tusculum è stata totalmente rasa al suolo e solo recentemente gli scavi archeologici hanno dimostrato la sua grandezza.

Il borgo fa parte del Monastero di San Paolo e nel XII secolo viene chiamato come ‘Castrum Montis Porcii’, cioè sito fortificato di proprietà di San Paolo. Poi arriva il declino con gli Annibaldi.

La storia di Monte Porzio cambia improvvisamente nel 1569 quando il cardinale Altemps acquista una villa dove ospita spesso Papa Gregorio XIII il quale decide di costruire una prima chiesa per i pochi abitanti della zona. Attorno alla chiesa si forma un borgo che comincia ad attrarre l’attenzione dei feudatari. Nel 1582 a villa Mondragone, Papa Gregorio XIII firmò la bolla “Inter Gravissimas”, che istituisce il nuovo calendario che oggi ancora utilizziamo.

Dal 1613 questa area sarà sotto il controllo della famiglia Borghese e diventa così ricca da diventare un Principato. Tra il XVI e XVII secolo qui sono state costruite splendide ville, le famose Ville Tuscolane. Villa Mondragone è oggi uno dei centri culturali più attivi dei Castelli Romani ed è la sede di rappresentanza dell’Università Tor Vergata di Roma.

Una curiosità a parte merita la storia dell’Osservatorio Astronomico, una magnifica costruzione in stile imperiale costruita grazie ad un accordo fra Germania e Italia poco prima dello scoppio della II Guerra Mondiale.

Il nome ‘Catone’ è stato aggiunto dopo l’unità d’Italia per distinguerlo da un altro Monte Porzio nelle Marche. Oggi è un centro famoso nel mondo per le tipicità enogastronomiche, in particolare il vino Frascati DOC, l’osservatorio astronomico e per una Festa delle Orchidee ad aprile che ospita vivaisti e appassionati da tutto il mondo.

Categorie: