Nell’area sono state trovare molte tracce di uomini preistorici e sicuramente era abitato dai Volsci. Durante la Roma repubblicana in questa area si svolsero le tre grandi battaglie contro i Sanniti e si costruì la città di Fregellae poi distrutta dagli stessi romani nel 125 AC. Pofi era nell’intersezione tra l’importante via Latina (oggi via Casilina) che collega va Roma con Capua e una strada trasversale di transumanza che arrivava alla pianura Pontina.

Per questi motivi, su una collina intorno al Mille fu costruito un insediamento fortificato che poi ha accolto le popolazioni.

La prima menzione di Pofi è in un documento datato 1000-1039 della diocesi di Veroli, che la affida ai signori di Ripi. Nelle guerre fra papato e impero è stata incendiata nel 1155 e distrutta nel 1186 dalle truppe tedesche di Enrico VI.

Alla fine del XIII secolo venne data alla famiglia Caetani che la tennero fino al 1459 quando il feudo passò ai Colonna che lo tennero fino al 1816.

Agli inizi del Cinquecento, i Colonna consolidarono organizzarono la loro milizia locale a Pofi e i cui reparti partecipavano alle diverse lotte antipapali. Alcuni militari combatterono con Marcantonio Colonna alla battaglia di Lepanto.

Ma Pofi era il capoluogo meridionale dello stato dei Colonna entro il dominio papale. Qui aveva sede l’uditore generale e il suo apparato burocratico che si occupava di giustizia e sicurezza. Lo stato dei Colonna comprendeva una quindicina di feudi e, nel 1734, il capoluogo venne spostato a Ceccano.

Alla metà del Seicento la peste decimò la popolazione dopo la quale Pofi tornò a crescere e svilupparsi. La struttura sociale si evolve e si formò un ceto di proprietari terrieri. Alcuni di questi acquisirono il titolo nobiliare come i De Carolis, noti per il loro palazzo. L’affermazione delle nuove famiglie contribuì a determinare la decadenza dei Colonna.

La rocca, terminata la sua funzione militare, venne destinata al potere locale e il Palazzo Colonna fu venduto a privati.

Dopo il 1870, unità d’Italia, cominciò una lenta ma consistente emigrazione dal paese. Durante la seconda guerra mondiale il paese non fu particolarmente colpito ma la popolazione sfollò.

 

Categorie: