12 gen: Alla Casa del Lago per il Convegno sul Turismo Lento

C’eravamo anche noi di Discoverplaces al Convegno 2019 Anno del Turismo Lento e Sostenibile, organizzato dalla XII comunità montana presso uno dei suoi punti informativi, la meravigliosa Casa del Lago a Trivigliano sulle rive del Lago di Canterno con i Monti Ernici innevati sullo sfondo. Il territorio dei Monti Ernici e Simbruini è stato il comprensorio al centro del convegno.

Il Convegno ha avuto un programma di incontri dalla mattina fino al pomeriggio alle 17. Sono state analizzate le potenzialità di quello che può diventare un prodotto turistico perfetto. Si è parlato di un territorio ricco di bellezze naturalistiche e monumentali, delle abbazie tra le più belle e celebri del mondo, di un centro di elevatissima ricettività alberghiera, dei suoi vini, del suo olio e di tanti prodotti eccellenti.

Noi alle 14.30 abbiamo ascoltato l’interessante intervento di Gianni Bastianelli, Direttore Esecutivo E.N.I.T. Agenzia Nazionale Turismo che ha confermato le nostre tesi sul turismo sostenibile. Il direttore Bastianelli ha parlato del turismo quale fattore collante per lo sviluppo del territorio e le sue risorse, e di una nuova e crescente attenzione per i comuni rurali.

“Nel 2017 l’Italia ha superato la Spagna per numero di turisti dall’estero, i viaggiatori in aereo arrivati in Italia sono cresciuti. L’anno 2017 è stato l’anno in cui l’Italia ha avuto più turismo dal dopoguerra.

Dei turisti stranieri che vengono in Italia, un gran numero provengono dall’Asia e scelgono Roma, Firenze, Venezia. Sono attratti dall’italianità e da tutto quello che è design italiano. Se il turista vuole visitare musei allora sceglie Roma.

In questo territorio siamo tra due centri importanti come Roma e Napoli. La Ciociaria offre tantissime attrattive diverse tra loro. Dobbiamo soddisfare le esigenze dei turisti stranieri che vengono in Italia. Vogliono conoscere dell’Italia qualcosa di più che non hanno ancora visto.

Per il turista l’aspetto del front-office e l’accoglienza all’interno delle strutture recettive dovrebbe essere di alto livello. Questo è quello che manca a noi italiani, ed è ciò che i turisti cercano dagli italiani. Li fa sentire ospiti graditi, sono contenti di aver ricevuto questa accoglienza.

Non è una semplice industria del sorriso, è qualcosa di strutturale, un modo di comportarsi, avere l’attenzione per le piccole cose, la sensibilità e l’amore per i propri luoghi. Finchè le amministrazioni non riusciranno a trasmettere a tutti i cittadini questo aspetto strutturale e culturale non sapranno cogliere questa opportunità. Il turismo porta l’eccellenza.

Dobbiamo mettere in evidenza ciò che abbiamo come per esempio i paesaggi e l’enogastronomia. Inoltre nessuno può copiare le nostre tradizioni e questo è un aspetto in cui l’Italia non ha rivali.

Il Turismo di oggi è legato all’Escursionismo, la natura, la sostenibilità, il benessere psico-fisico. Il turismo adesso vuole la natura: il lago, i monti, la neve, il verde ma anche i centri storici.

L’attività sportiva che si potrebbe fare in montagna è mountain bike. Quali sono i numeri del turismo estivo in montagna? Un impressionante numero di turisti vengono a fare esperienze di cycling in montagna d’estate in Italia. La gara da corsa in montagna esiste solo al nord-Italia, ma ad esempio nessuno sa che a un’ora da Roma si può fare il rafting!

Questo perché non sappiamo dare informazioni turistiche importanti. Dobbiamo pensare cosa è importante non per noi, ma per i turisti. O si vince tutti insieme oppure si perde tutti insieme. Ci sono potenzialità nel territorio che fino a 10 anni fa non esistevano”.

Guida di Trivigliano

Trivigliano si trova su una cima dei monti Ernici che domina la Valle Anticolana, quella di Fiuggi a quota 781 […]

Discoverplaces.travel Trivigliano Guide