Un modo originale di presentare la nuova chiamata della Regione Lazio per la prossima Città della Cultura. Un evento che è una esperienza di arte a San Felice Circeo, a Porta del Parco alla Torre dei Templari per un fine settimana dedicato all’arte ‘portata’ dal mare 19 – 21 luglio 2019.

Per prima cosa una breve introduzione alla pratica de ‘Lo Stracquo’ che per moltissimi secoli ha caratterizzato la vita delle persone di San Felice Circeo, Ponza e Ventotene che sono le Città della Cultura del Lazio del 2019. Durante i periodi di carestia, le persone andavano in spiaggia a cercare qualcosa portato dal mare che potesse essere utile.

In realtà era soprattutto nelle isole che in alcuni periodi dell’anno la fame spingeva a cercare aiuto dal mare. E spesso il mare era generoso.

Oggi lo Stracquo da necessità è diventato un momento artistico e chi va in spiaggia lo fa per trovare una ispirazione a comporre qualcosa di ispirazionale. Un movimento nato con l’Associazione Cala Felce di Ponza che diventa una occasione di una mostra di artisti e una riflessione sul rapporto fra uomo e mare. Il mare oggi riporta tante altre cose che l’uomo ha gettato inopinatamente, un’isola di plastica si è creata anche nel Mediterraneo e una riflessione su rapporto fra uomo e mare è più che mai una necessità.

Venerdi alle ore 17,30, in occasione della inaugurazione della mostra, la regione presentarà il nuovo bando per la prossima Città della Cultura alla presenza dei sindaci di San Felice Circeo e di Colleferro, capofila delle vincitrici delle edizioni del 2018 e 2019 e alla presenza dell’arch Luca Calselli che ha ideato entrambi i progetti vincitori. 

Lo Stracquo di Circe – Art Experience è il preludio all’evento che si terrà a Ponza a fine agosto 2019. 

Categorie: Blog

DiscoverPlaces

Traveller’s Guide to Italy