Guida di Boville Ernica

La città medioevale è caratterizzata da una cerchia di mura con 18 torri medievali e si trova sulla sommità di un colle con uno dei panorami più ampli dell’intera Ciociaria.

Boville ha origini antiche che si possono ritrovare nelle mura megalitiche di Monte di Fico
La città romana di “Bovillae in Hernicis” era attraversata dalla via consolare che univa Arpino a Roma. Il nome deriva dal dio Bove, simbolo della fecondità e largamente venerato in questa zona agricola.

Con la distruzione dai Saraceni e degli Ungari nel 939, gli abitanti si trasferirono su un colle fortificato attratti dalla fama del santo pellegrino Pietro Ispano, che arrivava dalla Spagna dove aveva combattuto in difesa della religione cristiana.

Grazie alla posizione strategica e alle mura, nel 1204 respinsero truppe del regno di Napoli e Papa Innocenzo III, come ringraziamento, donò loro l’autonomia amministrativa. Questo è il periodo della “repubblica” governata a turno da dodici famiglie che andò avanti per più di quattrocento anni.

Nel Cinquecento, il cardinale Ennio Filonardi, originario di Boville, portò ricchezza con la costruzione di un grande palazzo, dove sorgeva il castello medioevale, un nuovo assetto viario e la sistemazione di chiese urbane e rurali. Nel 1583, Gregorio XIII riportò Boville sotto controllo l’amministrazione centrale e i governatori vennero nominati da Roma.

Boville Ernica è inserito tra i Borghi più belli d’Italia.

 


Upcoming events

There are no upcoming events as of now

Special experiences