Capranica è un centro situato su una altura a nord i Roma lungo la via Cassia, nei pressi del Lago di Vico. Le sue origini risalgono certamente agli Etruschi che abitavano tutta l’area ma il paese è di origini medioevali.

Il primo nucleo abitativo risale all’VIII secolo quando la popolazione scappa all’arrivo dei Barbari cercando rifugio in castrum fortificati posti su alture. Probabilmente il nome deriva proprio da alcuni di questi abitanti che dovevano essere pastori di capre.

Le prime notizie certe risalgono comunque al X secolo quando l’imperatore Ottone III la cede al monastero dei Santi Alessio e Bonifacio sull’Aventino.

Nel 1305 arriva la famiglia degli Anguillara e, nel 1341, Orso e la moglie Agnese Colonna ospitano il grande poeta Francesco Petrarca. Il poeta sarebbe stato incoronato poeta in Campidoglio proprio dallo stesso Orso che viene definito da Gregorovius come “amico delle muse e colto mecenate del Petrarca”.

La famiglia degli Anguillare era molto belligerante e in continuo conflitto con i Prefetti di Vico sempre accanto al papa. Nel 1465 uno degli Anguillara si ribella all’allora papa Paolo II e la famiglia cade in disgrazia. Il papa distrugge il castello e incamera i beni sotto la Camera Apostolica nominando un cardinale come governatore di Capranica. Con i Governatori il paese si abbellisce di chiese e palazzi signorili.

Il paese è stato duramente colpito durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Categorie: