Guida di Caprarola

Caprarola si trova sul versante orientale dei monti Cimini e, dal ritrovamento di alcune tombe, l’area doveva essere abitata sin dal periodo etrusco.

Le prime notizie su Caprarola si trovano in un documento del 1223 che riguarda una confraternita religiosa chiamata ‘della Croce e Disciplina’. Nel 1275 un altro documento riporta che gli Orsini erano i feudatari del luogo.

Dopo questa casata Caprarola passò sotto il controllo della famiglia dei Prefetti Di Vico fino al 1370, quando iniziò un alternarsi fra i De Vico e gli Anguillara. Infatti queste famiglie erano da sempre rivali e in competizione fra loro.

Nel 1435 tornò sotto il controllo della Santa Sede e cinque anni più tardi venne acquistato dal conte Everso Anguillara che vi rimase fino al 1465. In quell’anno il pontefice Paolo II confiscò tutti i loro beni e nel 1503 papa Giulio II assegnò Caprarola a Giovanni della Rovere. Il paese iniziò a rifiorire e a popolarsi e i Della Rovere lo vendettero al cardinale Alessandro Farnese che diventerà papa Paolo III.

A Caprarola i Farnese costruirono una incredibile residenza rappresentativa della loro ricchezza e della potenza che questa famiglia raggiunse. E’ uno degli esempi urbanistici più significativi del ‘500 e l’antico borgo medievale venne ‘tagliato’ per far passare una spettacolare via.

La strada dritta inizia ai piedi della collina e sale, attraverso il riempimento di avvallamenti e grazie a 2 ponti, fino a raggiungere il piazzale davanti all‘imponente Palazzo Farnese.

I Farnese tennero Caprarola fino al 1649, anno della distruzione del Ducato di Castro, quando tornò nei possedimenti della Santa Sede. Il magnifico palazzo rimase comunque di proprietà della famiglia.


Upcoming events

There are no upcoming events as of now

Special experiences