Secondo la tradizione qui sorgeva la villa del generale romano Gneo Pompeo, da cui il nome di questo borgo. In questa Vallata del Farfa ci sono molti siti archeologici tra cui monumenti funerari, resti di ville e il famoso ponte sul Farfa. Dopo un periodo oscuro, le prime notizie di Mompeo compaiono nell’817 nel Registro dell’abbazia di Farfa, dove si parla del Fundum Pompeianum.

Nell’875, l’Abate Giovanni consente ad un tale Francone di edificare la sua fortezza su di un colle, l’attuale zona del centro storico.. Nel XII secolo il feudatario di Mompeo è Simeotto Orsini, capostipite di una importante famiglia nobile. Nel 1646, il feudo passa ai Marchesi Naro di Roma e Mompeo raggiunse il suo massimo splendore realizzando chiese e palazzi.

Dal 1995 il Palazzo Baronale è proprietà del Comune di Mompeo.

 

Categorie: