Picture by

Picture by

Picture by

Picture by

Picture by

Picture by

Picture by

Guida di Rocca Priora

Rocca Priora si trova sulla vetta più alta dei colli tuscolani ed è il più alto e isolato dei Castelli Romani in una posizione pittoresca, quasi a formare un quadro naturale. Dal Belvedere lo sguardo spazia sulla vastissima vallata dove si può scorgere il gruppo di Monte Gennaro sopra Tivoli, i prenestini, la valle del Sacco e i Lepini.

Rocca Priora è l’antica Corbium, 500 AC, che si erge come sentinella sulla via latina e per la quale sono passati imperatori e legionari romani.

Il nome di Rocca Priora deriva da quello medioevale di “Perjura”.

Il castello risale all’XI secolo e fu iniziato dalla famiglia dei conti di Tuscolo. Nel 1191 il castello passa sotto il controllo della famiglia degli Annibaldi e poi a quella dei Savelli che lo avranno con alterne vicende fino al 1596.

Nel 1597 la Camera Apostolica dispone che il feudo venga dato in locazione al miglior offerente, viste le importanti risorse naturali che offriva la rocca, come il commercio della neve e del legname.

Nel Settecento, a seguito del terremoto del 1703 e dei rigidi inverni, Rocca Priora attraversa una fase di declino e la Camera Apostolica concesse facilitazioni a chi volesse vivere in queste aree.

Dopo il periodo napoleonico, ritornata nella disponibilità della Camera Apostolica, nel 1806 fu venduta con il suo territorio, in parte a Luciano Bonaparte e in parte alla famiglia Rospigliosi, che ne mantenne il controllo fino al 1870, anno in cui si costituì in Comune.