In ogni parte del pianeta ci sono maestri del vetro che lavorano per creare bellezza e arricchire di emozioni chi si circonda dei loro oggetti. A Treviso abbiamo incontrato Vittorio Benvenuto che è andato oltre questo desiderio realizzando TINAS.

TINAS è l’acronimo per “This Is Not A Showroom”, un piccolo labirinto in cui una persona entra per poter gustare la bellezza artistica e la maestria artigianale di alcune installazioni in vetro.

La creatività artistica nasce da un grande bisogno interiore di esprimersi, la creatività artigianale nasce da una profonda conoscenza della materia con la quale si lavora. Quando queste si fondono, allora si ottengono dei capolavori che lasciano senza fiato, con lo stupore ed il piacere che prendono il sopravvento, e il desiderio di poter essere circondati anche noi da tanta bellezza.

TINAS è un modo di valorizzare queste creazioni in modo da poter dar risalto sia all’arte che all’artigianalità. Durante il percorso si è accompagnati dalle musiche del maestro Carlos da Costa Coehlo, ognuna diversa e studiata per ogni opera su cui ci si sofferma.

Si entra, una luce si accende sulla prima installazione e subito viene il desiderio di toccarla (cosa che ho potuto fare su tutte le opere) e di sfiorare le varie superfici del vetro lavorate e operate in modo diverso. Quando finisce la musica, allora torna il buio e inizia un suono di acqua in una cascata, finché un’altra luce non si accende per guidare il cammino verso un’altra opera.

Alle nostre spalle, in modo riservato, c’è sempre Vittorio, il maestro del vetro, che è pronto a rispondere a nostre domande o a guidarci nel caso ci perdessimo.

Quello che resta alla fine del viaggio nel piccolo labirinto è una serenità e una pace in parte dovuta alla condivisione dell’amore di Vittorio per il vetro.

Vittorio si definisce un artigiano e consiglio a tutti i designer o gli artisti che vogliono realizzare qualcosa con il vetro di venire a Treviso per incontrare Vittorio e farsi guidare da un maestro del vetro fra le diverse tecniche e le diverse soluzioni che si possono immaginare quando creatività e artigianalità si incontrano.


Claudia Bettiol

IT
Ingegnere, futurista e fondatrice di Discoverplaces. Blogger specializzato nella sostenibilità e nella promozione culturale dei piccoli territori e delle piccole imprese. Ama i cavalli

ENG

Engineeer, futurist, joint founder of Energitismo and founder of Discoverplaces. Blogger specialising in sustainability and in cultural promotion of small places and small enterprises. She loves horses