Il golf è uno sport che conquista sempre più persone e negli ultimi anni è nato un movimento di turismo golfistico anche in Italia. I campi da golf a Roma e nei suoi dintorni sono una destinazione sempre più amata e in cui ospitare tornei, godere delle bellezze naturalistiche e storiche.

Si pratica sport ma si passeggia anche nella storia e non è inusuale trovarsi a poca distanza da qualche area archeologica dove si respirano i fasti dell’impero del passato. Una esperienza unica che si può provare solo in Italia e soprattutto nei campi da golf vicino Roma.

Nel Lazio i giocatori di golf con le loro famiglie e il numeroso pubblico di appassionati golfisti trovano un’offerta capace di rispondere alle loro esigenze. Campi all’avanguardia e attrezzati da un punto di vista sportivo e club-house con ogni servizio, cultura, svago e ottima cucina.

La Ryder Cup di Golf del 2022 è stata assegnata a questo territorio straordinario e Roma è stata scelta come sede del più importante torneo di golf al mondo. La bellissima struttura del Marco Simone Golf & Country Club è tra le più funzionali e innovative in Europa e sarà il campo dove si giocherà il famoso evento.

Oltre la sede della Ryder Cup 2022, nel Lazio ci sono altri ben 15 campi di gioco di prima scelta dove i giocatori più esperti possono provare intense emozioni. E’ possibile organizzare una vacanza indimenticabile che unisce sport, storia e lo stile di vita italiano con la sua famosa cucina che tutto il mondo adora.

Guidonia

Il Marco Simone Golf & Country Club si trova alle porte est di Roma e precisamente a Guidonia, una Città di Fondazione (costruita nel Novecento) dove è stato costruito il primo aeroporto d’Italia, oggi in parte musealizzato. Il campo è dominato dal castello del duca Francesco Cesi, una costruzione oggi considerata monumento nazionale, e la parte più suggestiva del campo si trova alla buca numero 2 dove le acque del lago riflettono l’immagine del castello.

Il campo è stato progettato alla fine degli anni Ottanta e si estende su un’area di 10 ettari, offrendo ai giocatori 2 percorsi. Il percorso “Championship” conta 18 buche di elevata difficoltà tecnica che sono disposte in poco più di 6.000 mt e ha un Par di 72. Il percorso “Resort” prevede 9 buche distribuite in poco più di 2.000 mt con Par 32.

Questi percorsi sono stati disegnati nel rispetto della vegetazione presente nel parco: querce secolari, noci e pini selvatici, alberi da fiore e cespugli. Le zone umide del parco sono frequentate da germani reali, aironi cenerini e cormorani, volpi, istrici e fagiani.

Un paradiso per chi vuole spendere una giornata all’aria aperta a contatto con la natura a due passi da Roma. Andare a giocare una partita al Marco Simone è una esperienza da provare.

Roma

Il Circolo del Golf Roma Acquasanta nasce nei primi del ‘900 quando un gruppo di diplomatici inglesi e americani scelsero i terreni dell’Acqua Santa, di proprietà dei principi Torlonia, per fondare questo circolo. Il golf era allora già molto praticato nel mondo anglosassone mentre poco praticato in Italia e da questo primo circolo è nata la passione che oggi ha portato ad una offerta di primo piano.

Il disegno del percorso come appare oggi è rimasto molto simile a quello del ‘900 e conta 18 buche che si dispongono su quasi 6.000 mt e che si possono concludere in Par 71.

La buca più difficile del campo è la numero 12 per via della sua lunghezza e la presenza di un dogleg a destra. A rendere più difficile il gioco in questo punto è un ostacolo d’acqua che fiancheggia sulla destra tutta la buca e, arrivati al green, si trova un bunker su entrambi i lati.

Un percorso al centro di Roma e al centro della storia per regalare una esperienza unica a chi pratica questo sport.

Il circolo Fioranello si trova a pochi km a sud della capitale immerso nella suggestiva campagna romana. Il campo, disegnato negli anni Ottanta, comprende 18 buche che sono disposte su 5.000 mt e con Par 70. Un corso d’acqua che attraversa il percorso in più punti e forma un lago.

Il campo da gioco si snoda tra i resti di un antico acquedotto romano e una zona di riserva naturalistica in cui nascono fiori selvatici di rara bellezza. Durante il percorso è possibile avvistare nel parco alcune specie di animali fra cui rondini, saltimpali, usignoli, cardellini e verdoni.

La buca più difficile è la numero 15 con il lago sulla sinistra e il fuori limite e l’ostacolo d’acqua sulla destra.

Il Golf Club Archi di Claudio si trova nel meraviglioso Parco regionale dell’Appia Antica, conosciuta come l’autostrada degli antichi Romani che collegava la capitale con il porto di Brindisi e, quindi, con tutto l’Oriente. Il campo si trova proprio sotto le antiche mura dell’acquedotto romano, terminato dall’imperatore Claudio nel 52 a.C., che portava acqua alla città di Roma.

Creato negli anni Novanta, il campo conta 9 buche che sono distribuite in circa 2.400 mt e ha un Par di 33. Il percorso prevede un terreno pianeggiante immerso in una ricca vegetazione e una sorpresa aspetta alla buca numero 7 dove si può ammirare una colonia di pappagalli che abita sugli eucalipti.

Il circolo inoltre promuove il golf tra persone disabili grazie all’Associazione Disabili Golfisti.

L’Olgiata Golf Club è una imponente area residenziale a nord di Roma lungo la Via Cassia, dove nel verde sono stati realizzati centri per praticare sport all’aria aperta come centri equestri e un nuovo campo da golf.

Il primo percorso era nato negli anni ’60 ed oggi il campo è costituito da 2 diversi percorsi. Il più antico, che si trova a ovest, è composto da 18 buche che sono distribuite su quasi 7.000 metri e ha un Par variabile dai 71 ai 73. Il secondo si trova ad est ed è molto più piccolo del primo: è composto da 9 buche con Par 36. L’Olgiata Golf Club si estende per circa 100 ettari ed è un sito di grande interesse naturalistico a due passi dalla zona Etrusca dove si trovano le famose necropoli.

Il Golf Club Parco De’ Medici è stato realizzato nel 1990 dalla famiglia romana Rebecchini che decise di recuperare l’intera area di 85 ettari costruendo diversi percorsi di gioco (percorso bianco, blu e rosso), trapiantando circa 4.000 piante, costruendo 6 piccoli laghi artificiali e facendo rialzare il terreno in più punti per movimentare il gioco.

Il campo conta 27 buche totali suddivise tra i diversi percorsi e disposte su un totale di circa 8.800 mt, con Par 72 per il percorso bianco e blu e Par 35 per il percorso rosso (molto più piccolo del primo).

Il Parco di Roma Golf & Country Club si trova nel meraviglioso scenario del Parco Naturalistico e archeologico di Veio, l’antica città Etrusca a pochi minuti dal centro di Roma. Giocando sui suoi prati la vista può spaziare dalla cupola della Basilica di San Pietro (che si vede dai punti più alti del percorso) fino alla macchia mediterranea.

Ma la sorpresa arriva tra il green della buca 5 e i battitori della buca 6, dove c’è una zona archeologica che regala emozioni uniche facendo sentire i giocatori immersi direttamente nella storia.

Il campo si compone di 18 buche collocate su 6.000 mt di terreno (Par 72) e il percorso presenta sia bunker di sabbia bianca molto impegnativi che ampi fairway.

Rieti

Il Golf Club Rieti “Centro d’Italia” si trova ad appena 3 km da Rieti, che è considerata “l’ombelico d’Italia”, il centro della Sabina. Questa area è conosciuta per le bellezze naturalistiche del paesaggio e per i suoi borghi storici dominati da castelli medioevali ma anche per la sua famosa cucina preparata con Olio della Sabina DOP.

Rieti è una delle città più belle vicino Roma ed una città tutta da scoprire: passeggiare nel suo centro storico attraversato dalle limpide acque del fiume Velino o visitare la Rieti Sotterranea dove si ritrova la storia di Roma è una esperienza unica.

Il campo da golf ha un percorso con 9 buche che si sviluppa su quasi 3.000 mt e ha un Par di 35. Il campo si trova su un altopiano ai piedi del Monte Terminillo e vicino al convento francescano Santa Maria La Foresta, dove, secondo alcuni studiosi, San Francesco scrisse “Il Cantico delle Creature”.

Castel Gandolfo

Il Country Club Castel Gandolfo è un campo da gioco con grande fascino all’interno del Parco dei Castelli Romani, Il campo conta 18 buche posizionate in quasi 6.000 mt (Par 72) con 3 laghi e 93 bunker ed è stato trasformato alla fine degli anni Ottanta da un cratere vulcanico.

La Club House è stata ricavata da una villa del Seicento del cardinale Chigi, una delle più importanti famiglie di papi originaria di Siena. Castel Gandolfo è il centro scelto da imperatori e papi per la loro residenza estiva. Ha iniziato l’imperatore Diocleziano realizzando una villa che occupava il territorio di Castel Gandolfo e Albano e dalla quale si dominava il Lago Albano, poi sulle sue rovine è nata la famosa residenza estiva del Papa.

Per chi non può fare a meno di separarsi dagli amici animali, il Country Club Castel Gandolfo è un campo “pet friendly”.

Fiuggi

Il Golf Club Fiuggi 1928 è uno dei circoli più antichi d’Italia ed è stato fondato nel 1928. Si estende per circa 70 ettari e il campo si trova nella zona di Fiuggi dove affiorano le famose sorgenti ed infatti è all’interno della Riserva naturale del Lago di Canterno.

Il percorso prevede 18 buche disposte in 6.000 mt e con Par 70. Il club è basato sul concetto di “campo pubblico”, cioè si può praticare golf senza essere obbligati ad acquistare quote societarie.

Ardea

Il Golf Club Marediroma si trova sulle coste romane a pochi km da Anzio e Nettuno, la zona dello sbarco della seconda guerra mondiale, precisamente nella frazione di Marina di Ardea.

È stato fondato negli anni ’90 e il percorso è composto da 9 buche, per un totale di circa 5.500 mt e ha un Par di 70. Il campo è prevalentemente pianeggiante e il percorso è molto tecnico. Le 9 buche si trovano attorno a tre laghetti alimentati da sorgenti naturali e il percorso ha acqua in gioco sul 90% del campo.

Sutri

Il Golf Club Nazionale, Circolo Ufficiale della Fig si trova a Sutri, lungo la via Cassia a nord di Roma e nelle vicinanze di Viterbo. Sutri è uno dei borghi più belli d’Italia con il suo centro medioevale e la sua grande area archeologica dove è possibile entrare nella storia a partire dagli etruschi per ritrovarsi nel Novecento ed è possibile visitare un anfiteatro romano di particolare effetto.

Il percorso è composto da 18 buche distribuite in 6.400 mt e con Par 72. Il terreno ondulato su cui sorge il campo si trova a 300 mt sul livello del mare, circondato da alberi di quercia e attraversato da un fosso a forma di ferro di cavallo.

La buca più difficile è la numero 4 che ha un ostacolo iniziale e poi su tutto il lato sinistro il green è difeso da una grande quercia e 2 bunker, con pendenze sia da destra che da sinistra. Per chi vuole soggiornare, il Golf Club Nazionale dispone di una foresteria con 22 stanze.

Aprilia

L’Oasi Golf Club è un campo da gioco fondato alla fine degli anni ’90 che si trova ad Aprilia, uno dei maggiori centri di produzione del vino vicino Roma. Il campo si estende per circa 70 ettari con un percorso di 18 buche disposte lungo circa 6.300 mt di campo (Par 72).

Il campo è circondato da lecci e corbezzoli fra cui è possibile avvistare aironi cenerini, fagiani, volpi e ricci. La buca più difficile è la numero 5 che comprende un fuori limite a destra e di fronte un grande bunker.

Per chi vuole portare con sé i suoi amici animali, l’Oasi Golf Club è un campo “pet friendly”.

Tarquinia

Il Tarquinia Country Club si trova a Tarquinia in provincia di Viterbo, a pochi kilometri dalla costa la splendida cittadina medievale dichiarata patrimonio dell’UNESCO per la sua importante necropoli Etrusca.

Il percorso si sviluppa in collina e conta 9 buche disposte in 2.700 mt e ha un Par di 35. Giocando sul suo campo è possibile ammirare un panorama suggestivo fra torri e mura medievali, il mare, i monti Cimini e la valle del fiume Marta.

La buca più difficile è la numero 4, realizzata in una posizione sopraelevata e si trova vicino una delle molte tombe etrusche presenti nell’area. Giocare su questo campo dà una sensazione unica di essere immersi in mille ambienti naturalistici diversi e nella storia del mondo.

Monterosi

Il Terre dei Consoli Golf Club si trova a Monterosi poco a nord di Roma lungo la via Cassia costruita da Roma dove un tempo transitavano le truppe dei legionari romani alla conquista del mondo e poi nel medioevo è diventata un tratto della Via Francigena sulla quale transitavano i pellegrini che si recavano a Roma alla tomba di San Pietro.

Il campo presenta ostacoli naturali, laghi ed enormi bunker perfettamente inseriti nel paesaggio circostante. Al suo interno ci sono 2 percorsi, il primo denominato “Championship” composto da 18 buche disposte su un totale di quasi 7.000 mt, con Par 72.

Il secondo percorso, chiamato “Family Course”, presenta 9 buche collocate su quasi 2.000 mt e ha un Par di 32. In questo campo anche i giocatori meno esperti possono cimentarsi nel golf.

Molto interessante è la buca numero 9, chiamata “The Island”, in cui il green con un gioco di luci sembra emergere dallo specchio d’acqua.

Per i giocatori amatoriali esistono poi molti altri campi in cui praticare golf.

A Viterbo si può praticare presso il Golf Club Viterbo. In provincia di Frosinone si può praticare golf presso il Casale Golf Club a Posta Fibreno, al Cassino Golf Club a Cassino, a Le Grotte Golf Club che si trova a San Donato Val di Comino, all’Hernicus Golf Club a Ferentino.

A Roma gli altri campi in cui si può praticare golf sono il Garden Golf, La Castelluccia Golf Club, il Maggiolino Golf Club, il Simon’s Green, Tevere Golf e il Tiber Golf Club.