L’Oriente e, in particolare, Cina, Corea e Giappone sono mercati in rapida crescita per lo stile italiano e le sensazioni di gusto. Questi mercati non sono solo per le grandi firme e le mega aziende perché una parte della della società in crescita in Oriente cerca l’esclusività e l’eleganza dei prodotti.

Le debolezze delle grandi firme in questo nuovo attraente settore di mercato sono in primo luogo dovute alla mancata differenziazione tra il prodotto vero e quello falso e in secondo luogo che il mercato sta diventando saturo di questi marchi che vendono esclusivamente sull’emozione del prezzo elevato.

In molti casi un prodotto ‘reale’ di un marchio del lusso può essere fatto dallo stesso produttore di quello “contraffatto” arrivando fino alla garanzia, quindi nel mercato c’è il vero/vero e il falso/vero. Inoltre le copie sono prodotte con nessuna apparente differenza dall’originale e questi sono veri/falsi. Infine, come ad esempio nel mercato dei profumi ci sono prodotti che sono falsi/falsi.

Il mercato richiede eleganza, stile e gusto italiano nella moda e nell’arte, oltre a vero gusto italiano in prodotti alimentari, che siano oli, carni, formaggio, vino o liquori. Ma l’acquirente al dettaglio, alla ricerca di qualità e ‘realtà’ in prodotti italiani eleganti, è scoraggiato da questa confusione e dalla pletora di disegni simili.

La risposta è quella di offrire prodotti esclusivi da un selezionati artigiani, design e produttori di alto livello. Anche se ci sono barriere per realizzare questo desiderio. Il costo di ‘creazione di impresa’ sia per il singolo produttore/esportatore che per l’acquirente al dettaglio sono alti e, per l’esportatore, il successo è ancora molto incerto. Perfino un mercato ‘esclusivo’ di oltre 10 milioni di persone in Corea, Giappone e Cina è difficile da affrontare per raggiungere un meritato successo.

La soluzione è duplice. Promuovere attraverso un portale web che si interessi di prodotti eleganti da produttori relativamente piccoli, quelli che possono produrre abbastanza beni per soddisfare il mercato una volta stabilito, e in grado di garantire la qualità. Vendere attraverso atelier (punti boutique) in città selezionate basati sulla evoluzione del modello delle gallerie d’arte.

Per raggiungere e soddisfare questo mercato da ‘sogno’, gli artigiani, i designer e i produttori che intendono qualificarsi dovrebbero collaborare nella promozione e unirsi a una organizzazione di sviluppo del mercato che ha stabilito contatti nei paesi di destinazione.

Non è necessario fare viaggi internazionali e i costi diventano minori di quelli di una partecipazione a una grande festa.