La storia di Babbo Natale inizia con: c’era una volta un vecchio Dio scandinavo di nome Thor che viaggiava attraverso il cielo in una slitta dicendo ‘Io sono Thor’.

La sua slitta era tirata da due grandi capre cornute. Per le persone dei paesi del nord Europa, l’arrivo del cristianesimo ha fatto perdere un po’ di brillantezza all’adorazione di Thor che fu sostituito da St Nicolas.

San Nicola è un santo 4° secolo con la reputazione di portare regali segreti, come ad esempio mettere le monete nelle scarpe di chi le ha lasciate fuori apposta per lui, una pratica celebrata il giorno della sua festa (il 6 dicembre nel calendario gregoriano, o il 19 dicembre del calendario giuliano). Ma Nicola non è arrivato direttamente dalle tradizioni greche, ma dall’olandese Sinterklaas, che comunque deriva dal greco “San Nikolaos”.

Quindi qui abbiamo avuto un credibile santo cristiano da pregare, ma avevamo bisogno di un sostituto per le capre. Ed è qui che la storia inizia davvero. Con buona probabilità la renna della Lapponia è una bestia amichevole, con una coda corta, zoccoli e corna – un sostituto ideale. Ma è stato grazie agli americani di New York, una città con molti olandesi, coloni tedeschi e scandinavi, che è nata la leggenda di Babbo Natale (abbreviato da Sinterklaas). Nel 1821, l’editore di New York William Gilley ha pubblicato un opuscolo apparentemente anonimo chiamato “Un regalo per il nuovo anno”, che citava le renne:

Vecchio Babbo Natale con molto piacere
Le sue renne corrono in questa notte gelida.
Sopra i camini e le tracce di neve,
Per portare i suoi doni annuali a te.

Una volta le renna erano viste come creature misteriose associate in particolare ai paesi scandinavi. Lì, sono state spesso utilizzate nei trasporti, trainando slitte, e sono ancora una parte importante di alcune culture indigene del Nord Europa, in particolare i lapponi. Così un autore forse di origine lappone avrebbe facilmente potuto raccontare di una renna con una coda corta che trainava una slitta attraverso i cieli.

I nomi della 7° e 8° renna della slitta di Babbo Natale come Dunder (Donner – Thunder) e Blixem (Blitzen – Fulmine), sono anche loro provenienti dal poema ‘The Night Before Christmas’ pubblicato nel 1823 nella Troy Sentinel, una area di New York con un forte insediamento olandese. Se questa connessione con Thor è stata accidentale o no, può dipendere dal nome inedito dell’autore.

Questo modo di fare omofoni, parole dal suono simile e immagini simili, è arrivato nella nostra lingua.

Questa breve storia di San Nicola
Viene da una leggenda con un trucco,
Collegamenti forti
‘Storie gemelle di vecchie,
Capre Cloven con la coda corta,
Diventate renna con le vele;
Il fiammeggiante Thor nel suo giorno
Ora è un santo con una slitta;
E le storie dei regali d’oro
Giù camini o dai cumuli di neve;
La verità non conta,
Solo i regali che avete ottenuto


Gavin Tulloch

Scienziato e poeta. Ama la chimica, il vino, le donne e l’opera, ma non sappiamo in quale ordine