Picture by

Castro dei Volsci-Ausonia: la Festa dell’incontro

Ogni tre anni gli abitanti di Castro dei Volsci e di Ausonia danno vita ad una originale cerimonia religiosa e una festa popolare molto sentita: la ‘Festa dell’Incontro’ che si svolge l’ultima domenica di agosto.

Le due comunità si incontrano a Castelnuovo Parano per scambiarsi i gonfaloni e la statua della Madonna. Gli abitanti di Ausonia la danno a quelli di Castro affinché la riportino al santuario ad Ausonia, al suggestivo e prezioso santuario della Madonna del Piano in Ausonia.

Questo pellegrinaggio che dura 3 giorni è una rievocazione di un episodio miracoloso accaduto oltre 9 secoli fa!

La tradizione narra che ad Ausonia, piccolo paese della Diocesi di Gaeta, esisteva una zona paludosa dove le donne del luogo si recavano per abortire.

In quel luogo, il 23 aprile del 1100 Remingarda, una pastorella con un corpo deforme, stava con il suo gregge quando le apparve la Vergine. Remingarda vide una scia luminosa attraversare il cielo e cadde a terra priva di sensi. Fu svegliata dal tocco della mano della Madonna che pronunciava il suo nome.

Remingarda pregò con intensità la Madonna fino a che non le riapparve per una seconda volta e le disse di andare in paese e di dire a tutti di smetterla con la loro vita lussuriosa e di costruire un tempio in suo onore proprio secondo un disegno che avrebbero trovato.

La ragazza andò in paese e fu creduta perché la Madonna la aveva guarita dalle sue deformità e questo apparve subito come un miracolo. Così il giorno dopo con grande solennità, il Vescovo e i Sacerdoti si recarono sul luogo del miracolo e anche a loro apparve la Vergine.

Il modo in cui la Madonna diede indicazioni della forma della chiesa è veramente originale perché furono le formiche a disegnare la forma dell’edificio disponendosi in file allineate sul terreno. Ogni volta che qualcuno cercava di realizzare qualcosa al di fuori di questo schema, la costruzione cadeva durante la notte. Alla fine gli abitanti seguirono precisamente le indicazioni delle formiche.

Mentre ad Ausonia si costruiva una nuova chiesa, i cittadini di Castro dei Volsci non trovarono più la loro immagine della Madonna nella rustica Cappella del Piano, e iniziarono a ricercare tracce del furto anche nei paesi vicini.

L’immagine fu ritrovata proprio nella piccola chiesa edificata seguendo le indicazioni di Remingarda vicino l’acquitrino. I cittadini di Castro ripresero la sacra immagine e la riportarono con una processione nella Cappellina del Piano. Per evitare nuovi furti decisero anche di custodirla di notte. Nonostante questo, al mattino la Madonnina era di nuovo sparita.

Tornarono all’acquitrino di Ausonia e ancora una volta ritrovarono l’immagine nella stessa Chiesa e allo stesso posto di prima. Allora di nuovo ripresero l’immagine e con una nuova processione solenne e canti s’incamminarono ancora verso Castro.

Dopo una giornata di cammino, ad un paio di chilometri circa dalla Cappella, in un punto detto Colle Nuovo dove ora si trova una nicchia ricordo, improvvisamente il cielo si coprì di nuvoloni e si scatenò un temporale con pioggia violenta. Gli abitanti di Castro si tolsero i mantelli per proteggere l’immagine benedetta ed allora la pioggia cessò. Ma quando i portatori si avvicinarono per scoprirla e riprendere il cammino si accorsero che l’immagine era scomparsa di nuovo.

Questa volta tornarono subito ad Ausonia e ritrovarono ancora una volta l’immagine al solito posto. Si convinsero della volontà divina e non tentarono più di riportarlo a Castro ma decisero di organizzare una processione ogni anno in ricordo della Madonna. Da allora gli abitanti di Castro e di Ausonia si chiamano fratelli, perché ‘affratellati’ da una comune predilezione celeste.

Da allora, ogni anno la comunità di Castro con alla testa le autorità e il Gonfalone del Comune si reca in pellegrinaggio al Santuario della Madonna del Piano in Ausonia. Qui incontra le autorità e il popolo di Ausonia con i loro gonfaloni. Le comunità si scambiano delle insegne e un abbraccio fraterno.

E in questi secoli sembra che non sia mai avvenuto un matrimonio fra abitanti di questi due paesi che si ritengono fratelli!

Nel frattempo nella chiesa di Castro dei Volsci venne messa una nuova immagine nella Chiesa di Madonna del Piano.