San Lorenzo tra feste religiose e Calici sotto le stelle a Zagarolo

Una settimana di festa per San Lorenzo, patrono di Zagarolo, tra religione e tradizione. Una notte fra le stelle cadenti, i calici e le feste religiose il 10 di agosto.

Zagarolo è un gioiello di bellezze artistiche, il trionfo delle chiese barocche nei Castelli Romani, posto su una collina di tufo sulla via Francigena del sud che tradizionalmente collegava Roma con Brindisi e la Terra Santa.

San Lorenzo era di origine spagnola e lascia la sua terra alla volta di Roma insieme al suo maestro, il futuro papa Sisto II. Durante il pontificato di Sisto II, Lorenzo diventa arcidiacono rinunciando a tutti i suoi possedimenti e dedicando la sua vita alla carità cristiana verso i poveri e i deboli.

Un editto del 258 dell’imperatore Valeriano, che voleva la morte del papa e di tutti i suoi aiutanti, segna il martirio di Lorenzo. Il 10 agosto a soli 33 anni viene bruciato vivo su una graticola, che ancora oggi è il suo simbolo, messa sui carboni ardenti.

Una sua reliquia con il sangue è custodita ad Amaseno portata da un soldato che aveva assistito al martirio e ogni anno, il 10 agosto, si si ripete il miracolo della liquefazione del sangue proprio come accade per quello di San Gennaro!

Tradizionalmente il 10 agosto è famoso anche per un altro evento: la caduta delle stelle cadenti, ossia il passaggio delle Perseidi. E’ tradizione passare la notte a testa in su scrutando il cielo in cerca del buon augurio di una stella cadente.

Con queste premesse Zagarolo vive una intera settimana di feste religiose e pagane!

Il giorno prima di San Lorenzo, nelle vie di Zagarolo si celebra una rievocazione delle lotte che le confraternite combattevano per aggiudicarsi il privilegio di portare il Santo in processone.

“La contesa della macchina processionale” è una gara giocata tra squadre che provano a trasportare lungo un tragitto preciso, segnato da regole e ostacoli un enorme struttura. Chi vince si aggiudica l’onore di portare a spalla il Santo nella solenne processione.

Contemporaneamente, le notti d’estate si animano con la festa di ‘Calici sotto le stelle’ nel cortile di Palazzo Rospigliosi dove si gusta il migliore vino locale e una ottima selezione prodotti locali osservando le stelle cadenti.

Il giorno dopo, quello della festa religiosa, viene celebrata una messa solenne nella chiesa dedicata a San Lorenzo, seguita da una processione con la statua del santo lungo le vie di Zagarolo.

Le giornate di festa vengono allietate da tanti altri eventi che animano l’estate. Il palio de “La Graticola” (simbolo del martirio di San Lorenzo), dove i quattro borghi storici si sfidano in gare e giochi che decretano il rione vincitore.

Zagarolo ci aspetta nella notte delle stelle cadenti per festeggiare San Lorenzo in modo veramente originale!