Se si vuole assistere ad un evento fuori dal comune durante la Settimana Santa di Pasqua, si può andare a Civita di Bagnoregio e osservare (o partecipare) alla processione che passa sull’esile ponte che unisce l’antico borgo medioevale di Civita con quello Ottocentesco di Bagnoregio.

Il culmine delle celebrazioni religiose di Bagnoregio è la processione del Venerdì Santo durante la quale viene portata a spalla una pregevole statua lignea di Cristo crocifisso dalla storia miracolosa.

La tradizione della processione è iniziata nel 1600 ma il miracolo legato alla croce in legno risale al 1400. Si narra infatti che nel 1499 Bagnoregio e tutta l’area fossero infestati da una terribile peste e una pia donna si recasse ogni giorno a pregare davanti al crocifisso supplicando il Signore di porre fine ai dolori. Un giorno questa donna sentì una voce provenire dalla croce che le disse che la peste sarebbe finita grazie alla sua devozione. E così accadde, proprio il giorno in cui la donna morì.

Il Cristo crocifisso è anche una pregevole opera d’arte di scuola donatelliana. Questa statua si trova nella chiesa di San Donato a Civita di Bagnoregio, la parte medioevale di Civita che fu abbandonata per le continue frane che la resero inaccessibile. Una parte che ‘muore’ ma che ha un tale fascino da accogliere circa 1.000.000 di turisti ogni anno da ogni parte del mondo.

Questa statua non è mai stata trasferita nella nuova cattedrale e solo il venerdì santo per una giornata lascia la chiesa di San Donato per essere portata in processione lungo le vie di Bagnoregio. Una processione che vede coinvolte le confraternite e che termina prima di mezzanotte con il ritorno del Cristo a Civita, altrimenti secondo una leggenda, il paese sprofonderebbe definitivamente.

La processione quindi deve attraversare il ponte di collegamento che separa Civita di Bagnoregio da Bagnoregio in un suggestivo spettacolo che per qualche momento la vede sospesa nella Valle dei Calanchi. Tutto il corteo con la musica dei canti sacri si trova a camminare come su una fune sopra il dirupo.

Oltre alla e la manifestazione religiosa, a Bagnoregio va in scena una rappresentazione storica della Passione di Cristo con quadri viventi che raccontano gli ultimi istanti della vita di Gesù. Le scenografie, l’accuratezza delle vesti e una sapiente colonna sonora rendono molto suggestivo questo evento a cui prendono parte centinaia di comparse.

Il palco principale per lo spettacolo religioso-storico si trova nella piazzetta davanti la chiesa di Sant’Agostino.


Claudia Bettiol

IT
Ingegnere, futurista e fondatrice di Discoverplaces. Blogger specializzato nella sostenibilità e nella promozione culturale dei piccoli territori e delle piccole imprese. Ama i cavalli

ENG

Engineeer, futurist, joint founder of Energitismo and founder of Discoverplaces. Blogger specialising in sustainability and in cultural promotion of small places and small enterprises. She loves horses