Il secondo bazar di compleanno a Marostica è stata una festa per la cultura durante la quale i più di 100 invitati sono stati impegnati a godere delle opere esposte e in vivaci discussioni. Le star dello show erano i partner di Energitismo che hanno orgogliosamente esposto le loro opere raccolte in Our Discoveries e in Our Collection e hanno raccontato le loro storie.

L’ingresso era sorvegliato dai grandi leoni Ahura creati da Ezio Zanardello. A sinistra, nella “sala bazar”, erano esposti i preziosi tessuti di Ilario Tartaglia vicino a una sensazionale lampada Dreamtime dalla collezione di Florio Pozza. La meravigliosa poltrona Fusti con Eleganza e il mobiletto mensola di Fabio Scapin stavano di fianco alle labbra sensuali di Les First, l’enigmatica sedia di Massimo Marcomini.

Lucio Marin ha presentato Eleganza e Sicurezza in Rosso: segnaletica di sicurezza in vetro di Murano e l’esotico estintore Marinstyle. Appoggiato alla vetrata Maurizio Signorini presentava il suo tavolo Briccole Veneziane con le sue Sculture di Luce appoggiate sopra.

Alle pareti erano appese le liriche litografie di Giancarlo Busato, e appena sotto si accoccolava la bici per bambino Tondin di Nicola Lunardon. La solenne icona dell’Annunciazione di Anna Maria e Mariangela Tondello era grandiosamente esposta su un cavalletto. Il culmine finale dell’esposizione delle stelle dello show su questo lato era la magnifica scultura fluente a tutta altezza di Toni Venzo.

Di fronte alla bici Tondin, sul lato opposto della sala, c’erano i campioni di forme e strutture che sono alla base dei prodotti di arredamento Tondin. Al di sopra, appese al muro, due sculture ceramiche di Giuseppe Facchinello ispirate all’espressionismo di Picasso.

Al centro della sala, sopra un lungo tavolo, otto dei nostri partner esponevano le loro opere. Le sculture mosaico Living Stone, Pietre Viventi, dalle montagne della Grecia di Antonis Karakonstantakis stavano vicino a uno scialle elegante di seta e corallo, creato dalla famiglia Ascione di Napoli.

Di fianco era esposto un lavabo da bagno o da decorazione in pietra lavica smaltata di Sabrina Zibellini di Made in Lava. Roberto Perziano invece ha presentato quattro squisite collane con pendenti di vetro di Murano e metalli preziosi. Rita Dal Prà ha esposto come centrotavola uno dei suoi meravigliosi modelli di giardini all’italiana in ceramica.

Luciana Bertorelli ha presentato entrambi gli aspetti della sua scultura ceramica, che attingono tuttavia dallo stesso pensiero filosofico, una Pangea blu e una sfera smaltata.

L’opera d’entrata di Giampietro Zonta e Daniela Raccanello nello show delle star è stata Living Jewellery, la gloriosa collana d’oro creata attorno a delle cellule energetiche che emulano la fotosinstesi, indossata elegantemente prima da Manuela Lunardon e poi, con la gioia della fanciullezza, da Maria Vittori.

Le stelle dello show sono tutte immortalate in migliaia di foto, gran parte delle quali sarà disponibile sul sito di Energitismo e sulla nostra pagina Facebook.


Gavin Tulloch

Scienziato e poeta. Ama la chimica, il vino, le donne e l’opera, ma non sappiamo in quale ordine