Un culto particolare quello della Settimana Santa a Leonessa, uno dei borghi più belli del Lazio disteso su una piana a mille metri di quota proprio sotto il Massiccio del Terminillo.

Per tre giorni si susseguono riti sacri, processioni e atti di fede dall’antico sapore tradizionale. Le processioni sono ben tre: il Venerdì Santo si svolge la processione del Cristo Morto di sera, il sabato la processione con la statua della Madonna della Pietà e la domenica di Pasqua quella del Cristo Risorto seguito dalla tradizionale colazione pasquale.

La processione notturna del Cristo Morto è quella più sentita e spettacolare e inizia con il suono delle ‘tanavelle’ per richiamare i fedeli alla celebrazione religiosa dell’Adorazione della Croce.

Le ‘tanavelle’ sono uno strumento musicale tipico di Leonessa e veniva usato quando le campane erano legate in segno di lutto e non potevano suonare. Si tratta di una tavola in legno con un manico e sulla tavola sono legati con un filo alcuni oggetti metallici. Scuotendo la tavola questi oggetti colpiscono il legno ed emettono un suono.

A questo punto la statua del Cristo Morto, una opera del XVI secolo di scuola umbra, viene adagiata in una bara finemente lavorata in legno e oro di stile tardo barocco ed è pronta per essere portata in processione a spalla da portantini della Confraternita che si danno il cambio lungo il cammino.

La processione per le vie di Leonessa, illuminata solo dalle fiaccole, inizia con una grande croce portata dalla Confraternita di Santa Croce seguìta dalla bara del Cristo morto e dalle Tre Marie e la Veronica, scalze, vestite di nero e coperte di veli. Le tre Marie sono giovani ragazze che appartengono alla confraternita “Pietà e Grazie” con sede nella Chiesa di San Pietro mentre la Veronica fa parte della Confraternita di Santa Croce.

Seguono poi i fedeli e tutti intonano i canti della tradizione che raccontano il dolore della Madonna come lo Stabat Mater. Il corteo raggiunge tutte le chiese di Leonessa in quella che viene considerata la ‘visita ai sepolcri’ fino ad incontrare la Madonna nelle sembianze della Pietà.

La processione del Sabato Santo si svolge di pomeriggio ed è organizzata dalla Confraternita della Madonna delle Grazie. Durante la manifestazione si conduce in processione la statuetta lignea della Pietà, una buona copia della Pietà di Michelangelo che si trova a San Pietro a Roma, per le vie del borgo antico. Il corteo è sempre accompagnato dalle Tre Marie.

La terza processione è quella del Cristo Risorto il giorno di Pasqua e si svolge al mattino presto prima della celebrazione della santa messa. La tradizione di Leonessa vuole che questa sia poi seguita da una ricca colazione pasquale a base di frittata di coratella, pizza di Pasqua, salame e uovo sodo benedetto.


Claudia Bettiol

IT
Ingegnere, futurista e fondatrice di Discoverplaces. Blogger specializzato nella sostenibilità e nella promozione culturale dei piccoli territori e delle piccole imprese. Ama i cavalli

ENG

Engineeer, futurist, joint founder of Energitismo and founder of Discoverplaces. Blogger specialising in sustainability and in cultural promotion of small places and small enterprises. She loves horses