La chiesetta vicino al cimitero risale all’XI secolo e faceva parte di un monastero cistercense. Le rovine del monastero sono visibili visitando il cimitero dove sono stati trovati anche ossari del monastero.

La chiesetta ha una pianta rettangolare ed è caratterizzata da due ambienti: uno vestibolo o portico affrescato e una sala interna. Nella lunetta del portone della chiesa è stato restaurato un affresco medioevale che rappresenta il Cristo in stile bizantino con una mano benedicente e con l’altra che regge un libro.

La facciata è in pietra ed è asimmetrica, con una bifora a sinistra e una monofora a destra, e termina con un campanile a vela con due campane.

 

In questo monastero venivano ospitate donne provenienti da importanti famiglie come Maria, sorella di Rinaldo da Supino, moglie di Francesco Caetani un pronipote di papa Bonifacio VIII che fu eletto cardinale. Maria sarebbe poi diventata Santa Maria in Cosmedin. Maria diede, che aveva dato due figli al marito, entrò in convento quando venne nominato cardinale.

Categories: Uncategorized

DiscoverPlaces

Traveller’s Guide to Italy