This post is also available in: Inglese

La nostra Regione a livello escursionistico offre paesaggi e montagne incontaminate tutte da esplorare, per la maggior parte ben attrezzati alle attività di trekking escursionismo, il monte Autore è uno dei quei luoghi “dietro l’angolo” dove con un’oretta di macchina è possibile immergersi in un mondo a sé, tra immense faggete e brulle colline che si affacciano sulla catena Montuosa degli Ernici e se la giornata lo permette, si può ammirare anche l’Abruzzo.

Partendo da Campo dell’Osso a Livata, si percorre un sentiero la cui prima parte attraversa un’area di pascolo per animali allo stato brado, utilizzata anche da campeggiatori per una breve sosta in tenda, per poi immergersi in una faggeta incontaminata dove in questo periodo dell’anno è possibile ammirare la fioritura di crochi e piccole orchidee.

Così fino all’apertura della “Monna dell’orso”, una parte di sentiero che attraversa la cresta della catena montuosa e si affaccia sul paese di Vallepietra (Provincia di Roma) dove se ne può ammirare anche il santuario della Santissima Trinità.

Continuando sul sentiero si passa per un’area denominata delle “vedute” (vi facciamo pensare al perché) e dritti fino all’inizio della salita per Monte Autore, l’ultimo tratto per arrivare in cima è poco impegnativo e ne vale assolutamente la pena.

1800 metri di quota, andata e ritorno a Campo dell’Osso con 12 km complessivi, ideale per gli amanti della botanica per la presenza di svariate specie erbacee di grande interesse botanico e per i voraci camminatori che non temono terreni e percorsi che mettano le loro abilità fisiche alla prova.

Veduta di Vallepietra da Monna dell’Orso

 

Categorie: Blog

DiscoverPlaces

Traveller's Guide to Italy

Top