This post is also available in: Inglese

La chiesa risale al IX secolo ed è una delle più antiche costruzioni attorno alla quale sorsero subito altre abitazioni inizialmente dei monaci che gestivano la chiesa. Oggi la casa di sinistra è ancora la sagrestia della chiesa. L’ingresso originario era caratterizzato dall’area del lavatoio dove i fedeli dovevano lavarsi le mani e il viso e che oggi resta solo il pozzo.

L’interno è ad unica navata con tetto in legno e in un’urna sotto l’altare vi è un vecchio tronco tarlato. La leggenda narra che il 10 giugno del 1515 qui sarebbe apparsa la Madonna per invitare gli abitanti di Marcellina alla penitenza. Dopo questa apparizione il tronco fiorì con delle ginestre.

Ancora oggi, la gente di San Polo dei Cavalieri ogni 2 febbraio scende a Marcellina in venerazione del tronco.

 

Categorie:

Top