This post is also available in: Inglese

Nell’area si trovano le rovine di Castro, l’antica capitale del Ducato farnese e che forse era anche il sito dell’antica Statonia.

La città medievale fu ristrutturata e abbellita nel 1537 dall’architetto Antonio da Sangallo il giovane su incarico di Paolo III. Nel 1649 la città fu distrutta per ordine di Papa Innocenzo X. I resti della città sono ricoperti da una fitta boscaglia e nei secoli sono stati saccheggiati. Si possono osservare i resti delle imponenti mura, la piazza rinascimentale con la pavimentazione a spina di pesce, e i pochi resti di edifici circostanti come la zecca, le osterie e le case private.

Recentemente è stata identificata la chiesa di Santa Maria “Intus Civitatem”, il convento di San Francesco, la chiesa di San Pancrazio e il duomo di San Savino.

 

Categorie:

Top