This post is also available in: Inglese

Fortemente rimaneggiata sotto il pontificato di papa Leone XIII, dell’antico arredo rimangono solo i due “olea sancta” con lo stemma del cardinale Amato Conti, signore di Carpineto nel secolo XV. L’interno, a pianta basilicale absidata, ha tre navate scandite da archi. Nel catino vi è una Madonna circondata dai santi titolari, opera dell’artista Virgilio Monti. Vi si accede da una ripida gradinata.

Il portale con le sue formelle di bronzo, opera dello scultore anagnino Tommaso Ambrosetti, racconta la storia religiosa dell’Ordine Carmelitano, che nella casa presbiterale ha posto da un ventennio un importante monastero femminile di stretta clausura intitolato a sant’Anna.

Categorie:

Top