This post is also available in: Inglese

Dal 1643 a Villa Santo Stefano si “Sfama del popolo” con un piatto caldo di polenta in occasione della festa di San Sebastiano.

In una domenica di gennaio in piazza vengono accesi i fuochi tradizionali per la cottura della polenta, il cibo contadino per eccellenza che ha nutrito intere popolazioni. Un tempo si distribuiva solo la polenta senza condimento.

Viene nominato un “mastro polentaio” che sovrintende la festa.

San Sebastiano era un tribuno delle guardie pretoriane che subì il martirio a colpi di freccia durante la persecuzione di Diocleziano (304). Sopravvissuto alle frecce grazie alle cure dalla matrona romana Irene, fu nuovamente arrestato e morì flagellato. Il suo corpo si conserva a Roma in una delle sette basiliche minori.

 

Categorie:

Top