This post is also available in: Inglese

Il nome ha origine dal termine latino-medioevale pastinum che significa “terreno lavorato” e l’antichissima presenza umana è documentata dalle ceramiche preistoriche e dagli utensili rinvenuti nella grotta.

Dopo il mille, Pastena entrò nella contea di Fondi e nello stato pontificio. Al la fine del Settecento fu uno dei paesi che resistette ai francesi e per questo fu assediata e saccheggiata. A partire dal 1806 dipese direttamente dallo stato napoletano e, quando arrivarono i piemontesi, tutta la zona è stata fortemente interessata dal fenomeno del brigantaggio. Sulle montagne si trova il paese abbandonato di Ambrifi.

Pastena è nota per le sue famose grotte scoperte nel 1926 dal Barone Carlo Franchetti e che hanno iniziato ad attrarre turisti dall’anno dopo. In queste grotte, a circa 4km dal paese, sono stati trovati molti reperti archeologici che risalgono ai tempi preistorici (Neolitico).

Categorie:

Top