Cantalupo in Sabina. Mostra Mercato delle Stagioni

 Cantalupo in Sabina ospita il tradizionale mercatino di Natale. Chiamato anche “Mostra Mercato delle Stagioni”, la manifestazione riunisce artigiani e produttori del territorio Sabino, molti provenienti da tutto il Lazio, che mettono in mostra i loro prodotti. Dall’enogastronomia all’artigianato, un fine settimana alla scoperta delle tradizioni locali, per promuovere le Leggi tutto…

ARTEr.i.e.

Una rassegna di ipotesi espressive si svolge a Cantalupo ogni anno durante la prima settimana di settembre. Le vie del borgo sabino si riempiono di artisti: ogni via viene dedicata ad una delle arti e ad ogni portone o muro o piazzetta vi è un artista che si esibisce. La Leggi tutto…

Ceci

Un’altra varietà di pregio di Cantalupo è la coltivazione dei ceci, un legume con semi di forma globosa e bitorzoluta di colore beige. Il seme ricorda la testa di ariete da cui il nome arietum. I ceci sono da sempre coltivati per il loro fondamentale apporto proteico alla dieta.  

Melone di Cantalupo

Il melone di Cantalupo è una varietà di melone del gruppo ‘cantalupensis o cantalupio’, di media grandezza, superficie liscia, polpa giallo-arancio. È chiamato così perché originariamente portato da missionari asiatici al castello pontificio di Cantalupo.

Sagra del melone Cantalupo

Durante il mese di agosto, a Cantalupo si svolge la “Sagra del melone Cantalupo”. Il famoso frutto prende il nome del paese da quando, nel XV secolo, fu introdotto da missionari provenienti da paesi asiatici. In principio il melone era piccolo e dal gusto più amaro e veniva mangiato con il Leggi tutto…

Complesso archeologico del Tulliano

Nel complesso archeologico del Tulliano, situato tra Cantalupo in Sabina e Selci, si trovano i resti di una “villa rustica” di età adrianea appartenente, secondo l’opinione comune, a Marco Tullio Cicerone. La villa si estendeva su un’area di ben due ettari sull’intera collina del Tulliano e comprendeva una zona termale, Leggi tutto…

Chiesa di San Biagio

La Chiesa di San Biagio fuori le Mura e il Convento dei carmelitani sono a mezzo miglio di distanza dal centro storico. La Chiesa ha una facciata a capanna in stile barocco, ornata da giganti pilastri di ordine dorico. La porta centrale è sovrastata da una grande finestra rettangolare che Leggi tutto…

Chiesa di Sant’Adamo

La Chiesa di Sant’Adamo, presso le rive del fiume Calentino, si trova su uno dei primi centri abitati che ha dato origine al Castello di Cantalupo. E’ considerata una delle più antiche e, sin dal passato, era il luogo per la fiera delle merci e del bestiame. Intorno alla Chiesa Leggi tutto…

Palazzo Camuccini

Intorno al Cinquecento, per volere del cardinale Pierdonato Cesi, vescovo di Narni, venne edificato Palazzo Camuccini sui resti del Castello di S. Eustachio e dei Savelli. La facciata del Palazzo si presenta come un portico cinquecentesco a due piani sovrapposti, un portico e un loggiato. I pilastri hanno decorazione doriche e ioniche. Leggi tutto…

Porta Maggiore  

  Porta Maggiore, conosciuta anche come Porta dell’Orologio, è la porta principale del paese. Sulla porta si trovano due statue dedicate a Mercurio, sulla sinistra, e Minerva, sulla destra, comunemente conosciute come “Bammocci” (ragazzini). Le due statue del XVI secolo, alte 1,2 m, sono un simbolo della città e sono realizzate Leggi tutto…

Top