Poggio Bustone diventa presepe

A partire dall’8 dicembre e fino alla befana, il borgo storico di Poggio Bustone si trasforma e diventa presepe grazie alla cartapesta. Al visitatore sembrerà di immergersi in un mondo passato e potrà rivivere le emozioni del Natale in modo originale.

Chiesa di San Nicola di Bari

Nei Seicento e Settecento, il Marchese Olgiati ricostruisce la distrutta Chiesa di San Nicola e la trasformò in un edificio con una facciata classica. All’interno la chiesa è divisa in una navata centrale, due laterali e l’abside. Si può ammirare un’originale acquasantiera ricavata da un’urna cineraria romana con iscrizioni.

Sagra della Porchetta

In Ottobre si svolge la Sagra della Porchetta, un maialino disossato, aromatizzato e arrostito intero al forno. Una leggenda fa risalire questo piatto ad un viaggio in Oriente di un certo macellaio chiamato Moretto. Durante i festeggiamenti, i ‘porchettari’ si confrontano in una gara culinaria.  

Chiesa di San Giovanni Battista

La chiesa Quattrocentesta è più grande rispetto a quella originaria medioevale. Al suo interno si può ammirare un affresco quattrocentesco raffigurante San Francesco che riceve le stimmate. Sotto l’altare maggiore si conservano le reliquie di San Felice Martire che, secondo la leggenda, fu portato su un carro trainato da buoi Leggi tutto…

Santuario di San Giacomo

Il Santuario e il Convento sono edificati nei luoghi che ospitarono San Francesco d’Assisi, vicino la seicentesca chiesetta del Sacro Speco. Il Convento è costituito da una chiesa quattrocentesca a navata unica, un chiostro risalente al Duecento, e un refettorio, tutti decorati con pregevoli affreschi del Quattrocento e del Seicento. Leggi tutto…

Statua di Lucio Battisti

Nel parco intitolato “Giardini di marzo” è stata posta la statua in bronzo del cantante. La statua, scolpita dal Maestro Manuel Campus, vuole omaggiare un illustre cittadino e uno dei maggiori cantanti e compositori italiani.

Borgo

La struttura del borgo vecchio richiama quella dei classici paesi medievali. Da notare la porta ad arco gotico (detta del ” Buon Giorno”) che è l’antico ingresso al paese e la Torre a pianta pentagonale del Cassero, che faceva parte dell’originario castello attorno al quale si è formato Poggio Bustone.

Guida di Poggio Bustone

Il paese è un borgo medioevale adagiato sulle pendici del monte Rosato. Viene citato la prima volta in un documento del 1117 del registo dell’Abbazia di Farfa da cui dipese per lungo tempo finché non entrò a far parte dei possedimenti di Rieti. Nel 1425 partecipò alla rivolta dei castelli Leggi tutto…

Top