Degustazione a Corte

Una giornata dedicata ai vini del Lazio con degustazioni nel Palazzo Baronale dell’incantevole borgo medievale di Roviano. Un incontro tra i grandi vini laziali e alcune eccellenze italiane per salutare con leggerezza la fine dell’estate.

Sagra dejju Salavaticu

A settembre si tiene la Sagra dejju Salavaticu: una grande frittella circolare preparata con acqua, farina di grano e sale, con l’aggiunta di profumate foglioline di mentuccia romana selvatica, cotta nell’olio e servita bollente e croccante. Nel passato le contadine trasportavano queste frittelle nelle ‘canistrelle’ (ceste) per i mariti impegnati nel lavoro Leggi tutto…

Festa Pagana della Marzella

La prima settimana di giugno si festeggia la Festa della Marzella, che in dialetto un asparago turgido e ben sviluppato, quindi simbolo di prorompente virilità giovanile. Al termine della cena, tra canti e vino, si tiene una processione per le strade del paese con tanto di “stennardina”, statuina “Fra’ Marzella”, Leggi tutto…

Ruderi del Castello di Rovianello

l Castrum Rubianelli è menzionato la prima volta nel 967 (“casale Oianum minor”), e fu distrutto verso la fine del sec. XVI da Muzio Colonna con l’appoggio di papa Sisto V. La ragione ufficiale era la presenza di briganti, quella reale, invece, la ribellione della popolazione ai soprusi del signore.

Il Ponte Scotonico di Roviano  

Il Ponte Scotonico è un viadotto costruito dai romani al XXXVI miglio dell’antica via consolare Valeria, tra il 94 e il 97 DC, quando l’imperatore Nerva ordinò la sistemazione della strada che collegava Roma con il versante Adriatico. Lungo la Via Valeria sono state ritrovate diverse ville rustiche, sepolture, colonne Leggi tutto…

Acquedotti Romani

Il territorio è attraversato da diversi acquedotti romani, il più importante è quello dell’Acqua Marcia che risale al 144-130 AC ed stato fatto costruire dal pretore di Roviano Quinto Marcio Re. Si accedeva agli acquedotti attraverso la via Valeria Vetus, una variante militare della Via Valeria.

Museo della Civiltà Contadina dell’Aniene

Il Museo della Civiltà Contadina è una collezione etno-antropologica del mondo contadino, una importante testimonianza della vita di artigiani ed operai nella la Valle dell’Aniene La collezione comprende circa 2000 pezzi provenienti per lo più da donazioni degli abitanti. L’esposizione si trova all’interno della rocca fortificata del Castello Brancaccio.  

Top