This post is also available in: Inglese

Stare chiusi a casa ci ha fatto diventare più amanti della buona cucina e desiderosi di sperimentare nuovi sapori. Vogliamo emozionare il nostro palato, sempre più raffinato, e stuzzicare la nostra mente desiderosa di scoprire le tradizioni italiane.

Ma non tutti siamo esperti come Francesca D’Orazio (https://francescadorazio.com), maestra di cucina ed esperta nell’arte del ricevere. 

Sempre sorridente nelle sue camicie colorate e fra i fiori delle tavole imbandite non potete non riconoscerla!

Di origine abruzzese vive da molti anni a Milano dopo esperienze a Singapore e New York che la hanno fatta diventare una ambasciatrice della cucina italiana nel mondo. Possiamo dire che è un ponte fra oriente e occidente e dovunque è andata ha insegnato l’arte e lo stile della cucina italiana.

Ha comunque assorbito i gusti dei posti dove ha vissuto e abbiamo pubblicato alcune sue ricette cinesi, i veri cuochi sono persone curiose!

Ma dal suo peregrinare nel mondo è nata l’esigenza di mantenere saldo il contatto con le sue radici. Conosce tutto dell’Abruzzo e se la seguite potrete scoprire alcuni dei piatti più gustosi e meno conosciuti della sua terra.

Francesca ha usato il lockdown per completare il suo secondo libro di storie e ricette “Appunti d’estate”, una preziosa guida per chi vuole avere il meglio della tradizione italiana con qualche innovazione nel piatto.

Ma questo è anche un libro con meravigliose fotografie che, con una luce particolare e colori sgargianti, regalano gioia al lettore. L’abbinamento dei colori dei servizi e delle tovaglie della tavola si abbina perfettamente ai piatti, e ci proietta direttamente a tavola con Francesca.

Francesca ha un suo mantra per definire lo stile che la caratterizza: “da semplice a speciale”. 

Seguitela nei suoi social per partecipare a lezioni o per rivedere le ricette mandate in onda dalla televisione.

La festa e il buon vivere inizia dal mangiare assieme e la bellezza di una tavola allestita con amore, fiori e colori è già metà del piacere.

Mi dicono che ho reso felici intere famiglie perché attraverso il mio insegnamento ed i miei scritti, tante persone hanno preso a cucinare ed ora in casa si mangia molto meglio, in modo più attento e curato. Io stento a crederci, poi quando mi mandano le foto di un timballo o di una crostata, beh, sento davvero di aver fatto davvero qualcosa di buono”.


Claudia Bettiol

IT Ingegnere, futurista e fondatrice di Discoverplaces. Consulente per lo Sviluppo Turistico dei Territori, specializzato nella sostenibilità e nella promozione culturale dei piccoli territori e delle piccole imprese. Ama i cavalli ENG Engineeer, futurist, joint founder of Energitismo and founder of Discoverplaces. Consultant for the development and promotion of the Touristic Development of Territories specialising in sustainability and in cultural promotion of small places and small enterprises. She loves horses

Top