This post is also available in: Inglese

Controne, il Cilento, il fiume Calore, i monti Alburni e … il famoso Fagiolo Controne presidio Slow Food.

Questo piccolo paese appare al visitatore adagiato in una lussureggiante cornice di verde, in uno spettacolo d’incomparabile bellezza naturale circondato da un lato da boschi ed uliveti e dall’altro da una serie di colline pettinate da vigneti e frutteti. Con il profumo del Mediterraneo che arriva prepotente con le brezze marine.

Fagiolo Controne by FruitGourmet

Controne è terra di olio e di fagioli: infatti l’attività prevalente del paese è l’agricoltura, praticata da sempre con metodi tradizionali, seguendo ancora le vecchie usanze e ottenendo prodotti di alta qualità.

La tradizione di coltivare fagioli a Controne si tramanda da centinaia di anni e le tipologie messe a dimora dai contadini del luogo sono ancora oggi diverse: il lardariello, il fauciariello, la minichella e la suscella

Il Fagiolo di Controne è stato promosso assiduamente anche dalla Fondazione “Campagna Amica”, un’iniziativa alla scoperta dei prodotti e delle eccellenze Italiane capitanata da Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde da cui siamo stati intervistati nella sua trasmissione “Madre Terra”.

Ma la più rinomata è quella che ha è diventata parte della identità del territorio: il fagiolo bianco di Controne. A vederlo, simile ad una perla, si comprende tutta la sua unicità: bianco senza alcuna macchia né occhio, dalla forma tonda, leggermente ovoidale. Un baccello dal colore bianco-crema che può contenere da sei a dodici semi.

La coltivazione avviene ancora seguendo pratiche della tradizione contadina: la semina a luglio e la raccolta a novembre sono eseguite a mano, nei piccoli appezzamenti, dai coltivatori del posto. È un fagiolo tardivo rispetto a quelli raccolti in estate, ma secco può essere conservato e gustato per tutto l’anno.

In questo territorio immerso in una natura rigogliosa si trovano le migliori condizioni che “generano” questo prezioso oro bianco della terra. Con le sorgenti di acqua che provengono direttamente dagli Alburni, con la consistenza del terreno, con il sole che riscalda la terra e con il laborioso impegno dell’uomo, questo genuino frutto della terra ha delle caratteristiche che lo rendono così pregiato e unico. 

L’eccellenza gastronomica di questo fagiolo è nota tra gli esperti e sono molto apprezzate la scarsa tendenza a spaccarsi durante la cottura e i tempi di cottura nettamente inferiori a quelli di un fagiolo comune. Per queste sue caratteristiche e il legame con il suo territorio, il fagiolo bianco di Controne è stato selezionato fra gli oltre 200 presìdi di Slow Food in Italia, da preservare e continuare a tutelare.

Il paese gli ha dedicato una festa e ogni anno, l’ultimo sabato e domenica di novembre, tutti si riuniscono per la tradizionale Sagra del Fagiolo di Controne, dove si possono assaggiare anche i piatti tipici della zona.

Sagra del Fagiolo di Controne è nata nel 1983 proprio per valorizzare e far conoscere un prodotto eccellente che fino a quel momento non era conosciuto al di fuori del territorio contronese. Dalla prima edizione ad oggi la sagra ha occupato un posto importantissimo nella vita dei contronesi fino a dettare i “tempi” dell’economia del paese stesso attirando migliaia di turisti. 

La manifestazione è anche una rievocazione storica dei personaggi caratteristici dell’epoca, come l’Abate ed il Barone, e di una gran varietà di tradizioni e specialità di Controne che possono essere gustate nelle “taverne” allestite nel centro. 

Si possono gustare i fagioli al tozzetto, ossia una fresella, il tipico pane secco che può essere utilizzato dopo giorni, con condimento di olio extravergine e fagioli lessi. 

Un altro modo è quello di prepararlo con la scarola oppure nella tradizionale pasta e fagioli, che qui viene fatta con le làgane, una pasta fresca fatta in casa. 

Tutti preparati sono insaporiti dall’olio extra vergine di oliva ottenuto da cultivar autoctoni come la Rotondella e la Carpellese, varietà che qui assumono un profumo particolare.

Top