This post is also available in: Inglese

Fine settembre in Sicilia è il momento più bello per viaggiare.

Il cielo azzurro sgombro da nubi o talvolta adombrato da un temporale di fine estate con scroscio di pioggia, vento, lampi e tuoni e poi improvvisamente illuminato dal sole stagliato nell’aria limpida.

Il mare calmo o mosso dal vento che lo accarezza timidamente come un amante, i profumi intensi della nostra isola. Il gelsomino con il suo odore forte che si sprigiona nelle notti calde, il basilico, il geranio, la menta e le tamerici con le loro chiome umili scosse dalla brezza.

Il mio soggiorno a Cala Bernardo ha suscitato forti emozioni, la sua bellezza, la pace, i colori, i profumi.

La roccia chiara che rende il fondale marino bianco, la spiaggetta immacolata con le poseidonie, e dei candidi lettini in cui sdraiarsi per assaporare tanta bellezza, i sensi esaltati dal sole e dal blu del mare incorniciato dalle chiome degli arbusti marini.

Poche case adornate dal buganville dai colori vivaci, dal rosso al bianco, un luogo accogliente, la gente cordiale, la Sicilia di un tempo, autentica.

Sdraiati al sole giunge il profumo del pesce fresco, della paranza e dell’arrosto.

Cala Bernardo non è solo mare, non lontano infatti riecheggia la bellezza di Noto con il suo barocco, il teatro e le sue splendide chiese.

Noto, un gioiello del barocco siciliano, arroccato su un altopiano domina la valle della città, mentre passeggi puoi ammirare i resti medievali delle mura e del castello medievale.

Ma quello che ti colpisce è l’impianto della città barocca con le sue strade intervallate da splendide piazze con scalinate su cui si affacciano maestose chiese e palazzi. Ti aggiri per la città inebriato da forme armoniose e eleganti.

Tre le piazze principali, piazza dell’Immacolata con l’omonima chiesa, la piazza del municipio circondata dal palazzo comunale, dalla chiesa del Santissimo Salvatore, dal palazzo vescovile, e dallo splendido duomo di San Nicolò che domina dall’alto con una scenografica scalinata.

Il tempo scorre lento mentre ti addentri fra stradine illuminate e la gente che passeggia allegra.


Annalisa Pennisi

ITA Annalisa Pennisi è nata a Catania il 19 dicembre 1965. Laureata in Filosofia presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Catania nel novembre del 1992 e successivamente laureata in Lettere nel 1995, sempre presso l'Università della stessa città. Inizia, dopo diverse abilitazioni in ambito umanistico, ad insegnare alla scuola secondaria di secondo grado, continua gli studi con specializzazione sulla didattica dell'italiano e l'insegnamento agli stranieri. Felicemente sposata e madre di quattro figli, ama la lettura di testi narrativi e poetici, il cinema e il teatro, e ama trascorrere le vacanze viaggiando sia in Italia che all'estero. ENG Annalisa Pennisi was born in Catania on December 19th, 1965. Graduated in Philosophy at the Faculty of Letters and Philosophy of Catania in November 1992 and subsequently graduated in Letters in 1995, always at the University of the same city. After several qualifications in the humanities, he begins to teach at secondary school, continues his studies with specialization on the teaching of Italian and teaching foreigners. Happily married and a mother of four, she loves reading narrative and poetic texts, cinema and theater, and loves spending holidays traveling both in Italy and abroad.

Top