This post is also available in: Inglese

La Sicilia è la mia terra.

Prima colonia greca siciliana e seconda colonia italiana, la più ricca di siti materiali e immateriali: è un vero patrimonio dell’umanità e non solo perché lo ha riconosciuto l’UNESCO.

Una delle più belle giornate la posso descrivere come un quadro.

Chiudi gli occhi e comincia ad immaginare di salire sull’Etna, passando da tanti piccoli paesini e borghi. Tutto intorno uno splendore di piante grasse e rampicanti, dai bordi delle rocce fino ai più piccoli balconi.

Il primo quadro da dipingere è quello di un vulcano che sembra vicino e sembra lontano. Imponente ma intrigante che puoi scoprire in tanti modi, magari sugli sci su piste ancora innevate nel mese di maggio. Oppure con un paio di scarpe da trekking o una MtB per percorre i suoi sentieri odorosi.

E a maggio potrete inebriarvi anche solo con la forte ginestra dal suo colore giallo intenso che contrasta superbamente la pietra lavica nera… È proprio questo quello che cattura i turisti che vi arrivano per la prima volta!!

Scendendo, dopo aver ammirato anche il costone della Valle del Bove che a molti è sconosciuto, decidiamo di andare a pranzo a gustarci un autentico arancino catanese o una granita con la brioche col “tuppo”?

È dura la scelta tra dolce e salato… ma mi deciderò al solito sul momento!

Poi cambia la scena e si dipinge un quadro totalmente diverso. Un salto ai faraglioni di Aci Trezza in una delle spiagge più belle dove andare a fare il bagno… il profumo del mare lo conosci?

Sono con alcuni accompagnatori. Con tutto il loro stupore sono costretti a dirmi che è emozione rara ma magnifica, che inonda l’anima. Come altre località segrete della Riviera dei Ciclopi, dove la storia ed il mito si fondono dando vita ad immagini eterne.

Mi sento stanca. Ma ho ancora energia e allora un altro quadro: Catania Sotterrranea o Catania di sopra?

Una città inaspettata con le sue chiese barocche, un altro quadro d’arte. Il contrasto tra la pietra bianca siracusana e la nostra pietra lavica è un binomio che lascia senza parole, come un bimbo davanti al mare.

Passo davanti ad un chiosco, non ci facciamo mancare un selz al limone per rinfrescarci mentre sorrido con lo sguardo ai miei accompagnatori che increduli mi domandano come si fa ad avere un gusto così pregnante dei limoni verdelli.

Per capirlo basta respirare i profumi durante la fioritura dei limoni, ma questo lo puoi sapere se vieni a Catania quando la fragranza della zagara riempie di profumo così intenso da non voler più andar via…

Se sei in città ad una certa ora puoi cominciare a sentire altri profumi, quelli della pizza fritta siciliana, del pesce di Capomulini o del tipico arrosto cucinato su foglie di limone.

Tutti i sensi sono coinvolti e puoi trovare un concerto all’aperto che ti fa scatenare. 

L’ultimo quadro è quello del dopo-concerto, quando gli accompagnatori mi sorridono ringraziandomi e mi propongono rosolio a conclusione della giornata.

Vi sembra un sogno? Lo vivo ogni volta che accompagno turisti e preparo un viaggio su misura per loro. In quei momenti mi sento un’artista che trasforma sogni in meravigliose emozioni.

Oggi le racconto ma domani torno a realizzarle, come un sarto che cuce addosso il più bell’abito di sartoria artigianale.

E mi sento felice quanto chi indossa l’abito per aver saputo ricamare ogni singolo pezzo di stoffa di questa prima giornata siciliana. Per aver regalato ricordi, immagini, emozioni, profumi e colori porterà dentro la sua valigia.


Paola F. J. Torrisi

ITA Paola è la fondatrice di Take it Slowly. Laureata in Lingue e Letterature straniere, entra nel mondo del turismo interessandosi subito all’incoming della Sicilia, dove ritorna dopo aver concluso i suoi studi a Roma. Ama l’arte in ogni sua forma, l’esperienza del viaggio in tutte le sfumature possibili, basta che sia slow! Da qui nasce la sua Take it Slowly by Un’Altra Sicilia, un Tour Operator che offre un turismo diverso autentico, cucito su misura del cliente, al passo con la cultura e la tradizione di una terra antica come la Sicilia." ENG Paola is the founder of Take it Slowly. She graduated in Foreign Languages ​​and Literature, and entered the world of tourism immediately becoming interested in the incoming tourism of Sicily, a Region where she returned after having completed her studies in Rome. She loves art in all its forms, the experience of travel in all possible nuances, as long as it is slow! Hence her "Take it Slowly" by Another Sicily was born, a Tour Operator that offers a different kind of tourism, authentic, tailored to the customer, running at the same pace with the culture and tradition of a land as old as Sicily.

Top