Riofreddo


Stemma di Riofreddo

Riofreddo è un piccolo comune montano al termine dei Monti Lucretili a confine tra Lazio e Abruzzo. Il suo nome deriva proprio dal Rio Freddo, anche conosciuto come Fosso Bagnatore, che attraversa tutto il territorio prima di immettersi nel fiume Aniene.

La sua storia è molto antica e in una necropoli equa del 1000 AC è stata ritrovata una antica daga, la spada di un guerriero, che oggi è conservata nel museo Pigorini di Roma.

Per la sua posizione geografica che dominava due vallate, Riofreddo è stato subito conquistato dai romani che costruirono La Via Tiburtina Valeria che collegava Roma con l’Abruzzo e lo utilizzarono come punto di vedetta. Poi per secoli Riofreddo ha rappresentato il confine tra lo Stato Pontificio e il Regno delle due Sicilie, dove esisteva anche una dogana, che oggi si è trasformato in confine tra regione Lazio ed Abruzzo.

Continua a leggere la storia

Il paese di Riofreddo nasce quindi intorno ad una fortezza romana sulla antica Via Tiburtina Valeria e il suo nome ‘Rivus Frigidu’ era dovuto alla freschezza delle acque del fiume che lo attraversa.

Del periodo romano resta un tratto di strada con il tipico lastricato e un ponte attribuito al console Cocceo Nerva.

Dopo la caduta dell’Impero Romano, Riofreddo entra nel Ducato di Spoleto dei Longobardi insieme a molte cittadine abruzzesi e sul territorio si formano le prime comunità monastiche come quelle benedettine del convento di San Giorgio che è ancora oggi il patrono del paese. Poi, con l’arrivo dei Normanni al regno di Napoli, Riofreddo cambia la sua identità ed entra nell’orbita della chiesa dello stato Pontificio diventando un territorio di confine.

Attorno al mille il borgo medievale si forma attorno ad un castello fortificato eretto nel punto più alto. Fra i primi feudatari citiamo Landolfo Colonna appartenente al ramo di Riofreddo della potente famiglia romana dei Colonna che governò Riofreddo alla fine del 1200. Questa famiglia è stata legata al paese fino alla fine del XVI secolo e la colonna è rappresentata nello stemma del comune.

Al culmine della lotta fra i Colonna e papa Bonifacio VIII, il papa tolse il feudo ai Colonna e lo assegnò per un breve periodo agli Orsini. Il governo dei Colonna terminò definitivamente alla fine del Cinquecento quando venne comprato dalla famiglia Del Drago (originaria di Viterbo) che riuscì a farlo diventare un marchesato nel 1621. La famiglia Del Drago ancora mantiene il titolo di marchese di Riofreddo anche se non amava soggiornare nel borgo.

Il periodo della famiglia Del Drago è stato caratterizzato da una forte contrapposizione fra il popolo e i governanti e Riofreddo ha poi avuto un ruolo importante durante la Repubblica Romana nata a seguito della Rivoluzione Francese e durata appena un anno. Infatti il borgo era capoluogo del 6° Cantone del Dipartimento del Tevere.

Per la sua posizione, Riofreddo è stato sempre un centro commerciale ed anche un luogo di villeggiatura grazie anche alla presenza del figlio di Giuseppe Garibaldi la cui abitazione è oggi stata trasformata in un museo.

Il commercio e il benessere della popolazione si ritrova osservando la bellezza dei palazzi e delle abitazioni che si possono ammirare passeggiando lungo le vie del centro storico.

Un altro personaggio illustre è stato il musicista e famoso compositore d’opera Gaetano Donizetti, il cui suocero era di Riofreddo. Il musicista ha soggiornato più volte a Palazzo Rocchi dove si dice che abbia composto la Lucia di Lammermoor provandola inizialmente con la banda del paese.

Il castello di Riofreddo è stato poi acquistato dalla famiglia Pelagallo ed è con questo nome che viene conosciuto.



Prodotti tipici 

Il fagiolo Cioncane è tradizionalmente coltivato in luoghi collinari e di valle nei pressi di risorgive con un microclima di elevata umidità anche nelle ore...
Piatti tipici 

Uno dei piatti tipici di Riofreddo è una pasta fatta in casa a base di acqua e farina e chiamata ‘sagnozzi’. Originariamente viene condita con un sugo a base...

Sagre 

Una festa dedicata al vino e alle degustazioni di piatti tipici: questo è In Vino Veritas a Riofreddo, un borgo che prende il nome dalle sue...

Il 1° novembre il borgo di Riofreddo si anima con la sagra della castagna e della rostera in cui si cuociono le castagne che vengono offerte ai...
Feste 

La sagra della polenta chiude le feste invernali di Riofreddo e viene festeggiata a marzo durante i primi soli primaverili. La polenta viene cotta al sugo e...

La festa più importante di Riofreddo è quella dedicata al patrono San Giorgio e festeggiata il 23 aprile. Negli anni la sua celebrazione si è unita a quella...

Architettura e monumenti 

Il salotto di Riofreddo è certamente piazza Donizetti che prende il nome dal famoso compositore che ha soggiornato per un certo periodo in questo borgo. Il...

La porta o arco di Santa Caterina era l’ingresso al centro di Riofreddo per chi proveniva da Roma lungo la via Valeria. È ancora oggi attraversata ed è uno...
Chiese e luoghi di culto 

La chiesa e l’oratorio della Santissima Annunziata è l’edificio monumentale più importante di Riofreddo e si trova proprio all’entrata del paese lungo la...
Musei Archeologici 

Questa villa a Riofreddo, sede del Museo delle Culture Villa Garibaldi, è stata costruita alla fine del 1800 da Ricciotti Garibaldi, figlio del generale...

Blog 

Cosa c’è di meglio che l’arrivo della primavera per andare a Riofreddo, l’ ultimo paese della provincia di Roma prima dell’Abruzzo ? Percorrendo la Roma –...

Prodotti regionali: LAZIO

Al momento nello Shop non ci sono prodotti per questa regione.

Town Ambassador
Discover your italian Roots

 

Iscriviti alla Newsletter

Scopri un territorio attraverso le emozioni di chi l'ha raccontato in prima persona.