This post is also available in: Inglese

La perla nera del Mediterraneo: Pantelleria non è solo mare, è molto molto di più.

Sono stata a Pantelleria nel mese di ottobre ed è un periodo assolutamente meraviglioso per visitare questa isola.

Nel cuore del Mediterraneo: le coste della Sicilia e le coste della Tunisia in lontananza la rendono un luogo che nei secoli è stato crocevia di popoli, culture e tradizioni.

Sono atterrata a Pantelleria con un volo diretto da Milano Malpensa e la pista è già una caratteristica particolare: una lunga striscia di cemento che si tuffa nel mare blu. 

Emozionante! 

All’arrivo noleggio un’auto, una Panda giallo canarino come ce ne sono molte, che mi permette di avere grande libertà ed autonomia negli spostamenti… e così, mi sento subito un’autoctona a casa. 

La combinazione che ho scelto per le vacanze è auto con affitto di un appartamento… in questo caso mi garantisco massima libertà, nessun orario… e per i pasti so che o preparo qualcosa di veloce o ancora meglio scopro i ristoranti di cucina tipica! 

Sull’isola infatti, soprattutto nel vivace centro cittadino, sono tantissime le possibilità e i locali che mi permettono di gustare le molte prelibatezze, dolci e salate!

Essendo un’isola, Pantelleria ha il mare come elemento predominante. Ma è un mare autentico e nudo. Le coste sono infatti scogliose e le acque sono cristalline e cangianti. 

Sull’isola ci sono molti i punti di ingresso in acqua facilitati, quindi con gusto mi immergo nelle acque rinfrescanti e mi godo il relax e l’esperienza.

In una giornata nuvolosa, scopro con grande stupore le sorgenti di acqua calda che caratterizzano alcune località. Protette da vasche permettono di immergersi e sfruttare il tepore che risale dalla terra creando piacevoli piscine. 

In una meravigliosa giornata di sole invece, scelgo di gustarmi le sue acque e i suoi colori grazie ad una meravigliosa escursione in barca che mi permette di godere di panorami e scorci davvero suggestivi da una prospettiva diversa ed impagabile. Il giro dell’isola si può fare in giornata e la navigazione è intervallata da rigeneranti tuffi in acque cristalline.

 Con il sole scopro anche l’incredibile bellezza del Lago Venere, simbolo indiscusso di Pantelleria. 

Questo lago vulcanico è uno specchio in cui si riflettono i colori del cielo e della natura e la potenza della stessa trasmette energia e benessere. 

Il lago ha colori sgargianti che incantano e contrastano con coste bianche e luminose: questo occhio magico ha infatti le uniche spiagge di sabbia presenti sull’isola, che grazie alle proprietà benefiche si trasformano, in alcuni tratti, in preziosi fanghi con cui accarezzare e purificare la pelle.  

Durante la vacanza cerco di alternare il riposo alle attività per scoprire l’interno: il parco e la Montagna Grande mi offrono percorsi trekking e per mountain bike che non mi aspettavo… Le camminate o passeggiate sono molteplici e si adattano al livello di preparazione.

Ma sicuramente singolare ed immancabile è la sosta alla sauna naturale: all’intero di una grotta particolare si creano degli effluvi e posso godermi ed apprezzare questa esperienza alla fine di una bella escursione!  

Nell’entroterra la natura boschiva si intervalla a terrazzamenti con coltivazioni di capperi e vigneti che rendono il paesaggio molto diverso e suggestivo! 

La terra è infatti molto generosa con Pantelleria: sono molti i frutti pregiati che poi lavorati regalato gustosi sapori all’enogastronomia tipica. 

Sulla tavola i piatti locali sono molti e saporiti. In alcuni ritrovo l’autenticità dell’isola con ingredienti semplici lavorati con maestria, come l’insalata pantesca, in altri assaporo la cultura antica e le dominazioni passate che si trasformano in piatti arabeggianti. 

Il tutto naturalmente sempre generosamente accompagnato ed annaffiato da vini di produzione locale che sono un’eccellenza isolana, come il Passito di Pantelleria

Per chi ha fame e sete di cultura, scoprirà un gioiello dal grande fascino storico. Pantelleria è un museo archeologico a cielo aperto. Dai diversi punti di interesse storico e dagli scavi effettuati, ogni anno emergono pezzi archeologici che parlano di civiltà antichissime. 

Per gli appassionati di sub, molte le possibilità di vivere questa emozione anche immergendosi e ammirando i fondali.

L’isola ha infinite ricchezze. Il valore più grande ed inestimabile che ho trovato però sono i suoi abitanti, con l’accoglienza che mi riservano e la disponibilità che non vorresti mai lasciare. 

Ma quando è tempo di tornare, mi godo un ultimo magico ed indescrivibile tramonto

Ammiro il sole che mi saluta, una palla infuocata che colora il cielo con tonalità vive, sapendo che con Pantelleria non è un addio, ma è…

ARRIVEDERCI Pantelleria, a presto.

Top